Utilizziamo i cookies per offrirti la migliore esperienza possibile sulla nostra pagina web. Continuando la navigazione su questo sito, dai il consenso all`utilizzo dei cookie. Per ulteriori dettagli, tra cui come modificare le proprie preferenze, si prega di leggere Informativa sulla Privacy.
Ulteriori Informazioni Accetto
L` 81% dei conti retail perde denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. L` 81% dei conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. expand_more

Guida completa agli strumenti finanziari derivati [Derivatives]

Giugno 05, 2020 13:11 UTC

È probabile che la maggior parte delle persone che vivono in paesi occidentali o globalizzati conoscano o quanto meno abbiano sentito parlare del concetto di azioni, obbligazioni e altri strumenti finanziari tradizionali anche se non hanno mai investito nei mercati prima d'ora. Tuttavia, quando si parla di derivati finanziari, è molto probabile che l'ignoranza o la scarsa conoscenza del tema sia più diffusa.

Cogliamo la palla al balzo e sfruttiamo lo spazio formativo di questo articolo per spiegare in modo semplice ed efficacie cosa sono gli strumenti finanziari derivati, perché i derivati vengono utilizzati e come investire con successo nei derivati finanziari.

cosa sono gli strumenti finanziari derivati e come funzionano

Affronteremo nello specifico i seguenti argomenti, fondamentali per la comprensione del tema:

  • Cosa sono i derivati finanziari?
  • Perchè sono stati creati i derivati finanziari? Vale la pena investirci?
  • Quali tipi di derivati finanziari esistono?
  • Investimento tradizionale o negoziazione con strumenti finanziari derivati? Cosa si consiglia?

Parleremo di tutto questo e molto di più: iniziamo subito!

Strumenti Finanziari Derivati - Origine e storia

La più antica transazione con derivati finanziari risale ai tempi di Aristotele, il quale avrebbe realizzato un accordo a proposito di alcune olive, con il famoso filosofo greco Talete. Secondo la leggenda, Talete aveva previsto che la raccolta delle olive dell'anno successivo sarebbe stata buona e così si assicurò i diritti sui frantoi locali pagando una piccola commissione.

L'anno successivo, quando la raccolta fu buona, la domanda di frantoi era così alta che Talete riuscì a imporre un prezzo elevato a chi voleva utilizzarli. Perché questo può essere considerato il primo esempio di derivati finanziari? Talete in realtà non acquista il bene sottostante, le olive, ma paga un deposito per garantire i diritti d'uso attraverso un contratto. Quello che ha acquistato è un vero e proprio contratto derivato. Se il raccolto non fosse stato buono, le sue perdite sarebbero state limitate al deposito che aveva pagato in anticipo.

Molti anni dopo, nel Giappone del XVIII secolo, i coltivatori di riso vendevano, oltre al raccolto corrente, anche i raccolti futuri a un prezzo predeterminato: anche in questo caso si tratta di un esempio di derivati finanziari.

Se ti stai ancora domandando i derivati finanziari cosa sono esattamente, non preoccuparti! Approfondiremo la questione qui di seguito con una definizione più teorica.

Che cosa sono gli strumenti finanziari derivati?

I derivati finanziari rappresentano una garanzia finanziaria il cui valore dipende o deriva (da cui il nome) da un'attività di base o da un gruppo di attività . Il derivato in sé è un contratto tra due o più parti e il suo prezzo deriva dalle fluttuazioni del prezzo di un particolare sottostante.

I sottostanti più comuni degli strumenti finanziari derivati sono le valute, le azioni, le obbligazioni, gli indici di borsa, le materie prime (oro, petrolio) e, da alcuni anni, anche le criptovalute.

I derivati finanziari vengono solitamente acquistati tramite un intermediario finanziario o un broker, come ad esempio Admiral Markets UK Ltd. I derivati finanziari più popolari sono i CFD o contratti per differenza, i contratti a termine e le opzioni. Ma capiamo perché utilizzare i derivati finanziari nel trading è un'opzione più che valida?

VAI AL TRADING

Perchè investire in derivati finanziari?

Inizialmente, gli strumenti finanziari derivati sono stati utilizzati per fornire un tasso di cambio stabile per i prodotti scambiati a livello internazionale, come le valute: i trader avevano bisogno di un sistema per contabilizzare le differenze di valore da una valuta all'altra. Oggi i derivati si basano su molti più asset e hanno molte più applicazioni.

Un derivato finanziario può essere utilizzato per tre scopi principali:

  1. per coprire una posizione in un particolare sottostante
  2. per speculare sul prezzo del sottostante a scopo di lucro
  3. per aumentare il valore delle attività detenute e per diversificare il proprio portafoglio

Strumenti finanziari derivati - Coprire una posizione

Un uso importante degli strumenti finanziari derivati è che possono essere utilizzati per una corretta gestione del rischio e per le posizioni di copertura (hedging). In che modo? I derivati finanziari possono aiutarti a proteggere la tua posizione dai movimenti di prezzo. Questo perché la maggior parte dei derivati offre la possibilità di aprire posizioni di vendiata allo scoperto attraverso le quali è possibile guadagnare anche se il prezzo del sottostante scende.

Un ordine di copertura o hedging consiste nel mantenimento di una posizione opposta nella stessa attività o in un'attività correlata, che contribuisce a mitigare l'effetto del movimento opposto del prezzo.

Strumenti finanziari derivati esempi

Ad esempio, supponiamo che un trader acquisti 100 azioni di Facebook al prezzo di 100 dollari per azione. Mantiene il suo investimento per un anno e il prezzo delle azioni di Facebook raggiunge i 200 dollari.

Il trader però teme che le sue azioni possano perdere valore e diventare più economiche per un motivo o per l'altro (correzione del mercato, rapporti di debolezza, ecc.). In questo caso è possibile aprire una posizione in corto con i CFD sulle azioni di Facebook, che permetterà di trarre guadagno dalla caduta del prezzo delle azioni. In questo modo, la posizione in lungo iniziale dell'investitore sarà garantita (o coperta appunto) dall'imminente calo del prezzo delle azioni di Facebook.

Investire in derivati finanziari - La speculazione

Oltre alla copertura, la maggior parte dei derivati finanziari può essere utilizzata per generare profitto (speculazione) in un mercato con trend al ribasso. Ad esempio, se un trader si aspetta che il mercato azionario statunitense stia per affrontare un momento di declino, come può trarne profitto? Una buona opportunità è quella di aprire una vendita allo scoperto sul Dow Jones Index (DJI30).

Strumenti finanziari derivati esempi

Se il cliente apre una posizione in corto di 10 contratti sull'indice dow jones e questo scende di 1 000 punti, il trader realizzerà un profitto di 10 x 1 000 = $10 000.

Se il trader apre una posizione in lungo e il Dow Jones cala di 1 000 punti, registrerà invece una perdita di 10 000 dollari.

Strumenti finanziari derivati - Accumulare benefici

Forse una delle caratteristiche più interessanti del trading con strumenti finanziari derivati è la possibilità di utilizzare la leva finanziaria. Il leverage, o leva finanziaria, permette agli investitori e ai trader di pagare solo una parte valore della posizione, anzichè il suo intero valore. Questo procedimento genera il margin trading.

In questo modo, l'operatore di mercato può controllare l'esposizione al mercato e aumentare il valore dei suoi beni senza doversi assumere il pieno valore della posizione.

La leva finanziaria ha il vantaggio di generare un rendimento più elevato da un piccolo investimento iniziale. Tuttavia, è importante tenere presente che la leva implica anche il rischio di moltiplicare le perdite se il mercato si rivolge contro le nostre aspettative.

apri un conto per investire in derivati finanziari

Tipi di derivati finanziari

Esistono molti tipi di strumenti finanziari derivati che possono essere utilizzati per diversi scopi distinti. Il mercato dei derivati finanziari è cresciuto enormemente negli ultimi decenni e offre prodotti in grado di soddisfare qualsiasi tolleranza al rischio.

I derivati finanziari possono essere negoziati sui mercati OTC - mercati over-the-counter - come i CFD (contratti per differenza), o sui mercati azionari, come i futures. In generale, le operazioni OTC rappresentano la maggior parte del mercato dei derivati.

I derivati OTC comportano generalmente un rischio maggiore quando si tratta della controparte dell'operazione. Il rischio deriva dalla possibilità che una delle parti del contratto possa fallire e non essere in grado di adempiere ai propri obblighi, in quanto entrambe le parti sono private e non regolamentate. Ad esempio, un trader acquista un determinato derivato finanziario da un intermediario, ma quando decide di capitalizzare il suo investimento, l'intermediario non può pagare il debito.

In questo caso è meglio assicurarsi che l'intermediario che scegliamo sia regolamentato e affidabile. Ad esempio, Admiral Markets UK Ltd offre ai propri clienti gli eccellenti servizi della Financial Services Compensation Scheme (FSCS).

I derivati che vengono negoziati in borsa sono regolamentati e standardizzati in modo molto rigoroso. Il problema in questo caso è che spesso richiedono un investimento iniziale molto maggiore rispetto ai derivati OTC, il che li rende di difficile accesso ai piccoli investitori e trader retail.

I diversi strumenti finanziari derivati possono essere molto diversi, ma i principali sono: i già citati CFD, contratti a termine, contratti forward e opzioni. Vediamo qui di seguito quali sono le caratteristiche di ciascuno di essi:

Derivati Finanziari cosa sono i CFD

Tra i derivati finanziari più comunemente utilizzati dai trader vi sono i contratti per differenza o CFD. Un CFD è un contratto tra un trader e un broker in cui si scambiano la differenza di prezzo di una particolare attività sottostante. Questo contratto rimane attivo fino a quando il trader non decide di chiuderlo, a quel punto viene regolato in contanti. In nessun momento l'attività scambiata deve essere restituita o scambiata.

I CFD offrono agli investitori l'opportunità di scambiare attività senza doverne essere proprietari, beneficiando così delle variazioni di prezzo. Quando si negoziano contratti per differenza, il trader può anche beneficiare di un aumento o di una diminuzione del prezzo del sottostante. Se il trader ritiene che il prezzo aumenterà, aprirà una posizione BUY o di acquisto, che viene anche chiamata posizione long o in lungo. Se, d'altra parte, ritiene che il prezzo dell'attività diminuirà, può aprire una posizione SELL o di vendita, chiamata anche posizione short o in corto.

La differenza tra il prezzo del CFD all'apertura del trade e il prezzo al momento della chiusura della posizione si traduce in un profitto o in una perdita per i partecipanti alla posizione. Generalmente i contratti per differenza non scadono, vengono chiusi manualmente o quando apriamo un'ordine nello stesso strumento ma nella direzione opposta.

La maggior parte dei broker offre diverse attività finanziarie come sottostante dei CFD: valute, azioni, obbligazioni, indici, materie prime, criptovalute e altre ancora. Il trading con i CFD è molto simile al trading di azioni reali, ma ha molti più vantaggi in termini di costi e convenienza. Tuttavia, presenta anche alcuni svantaggi in termini di rischio.

Se vuoi praticare il trading con i CFD senza rischiare alcun capitale reale, puoi aprire un conto demo gratuito con Admiral Markets UK Ltd:

strumenti finanziari derivati cosa sono e come provarli in un conto demo

Cosa sono gli strumenti finanziari derivati Futures

I primi contratti a termine ufficiali sono comparsi nel 1851. L'attività sottostante al primo di questi derivati era il mais e vennero utilizzati dal Chicago Board of Trade. Il piano prevedeva che il venditore - l'agricoltore - e l'acquirente - una società - partecipassero ad un futuro scambio della merce ad un prezzo fisso. Da allora, il commercio di futures ha attratto sempre più acquirenti e venditori.

In pratica, tutti i mercati a termine hanno come attività sottostante una merce, poiché sono stati formati da agricoltori, minatori o produttori di petrolio che vogliono ridurre il rischio di non sapere quale prezzo otterranno per il loro prodotto in futuro. Questo è il motivo della nascita di tutti gli strumenti finanziari derivati come i futures.

Sebbene i derivati finanziari a termine fossero inizialmente destinati ad agricoltori, produttori di petrolio, minatori e compagnie petrolifere, i movimenti dei prezzi di questi prodotti hanno attirato molti speculatori. Alcuni di loro entrano ed escono dal mercato dei futures nello stesso giorno, nonostante il principio di base che questi contratti hanno una data di scadenza che solitamente viene fissata ai tre mesi.

Nel mercato dei futures è importante considerare lo spread. Questo termine si riferisce alla variazione di prezzo tra due futures sullo stesso asset. Ad esempio, un trader può avere due posizioni futures aperte su un certo asset allo stesso tempo ma con date di scadenza diverse, nel tentativo di trarre profitto dalla differenza di prezzo.

È importante notare che tutti i contratti a termine sono standardizzati. In sostanza, ciò significa che tutti i futures hanno le stesse specifiche, indipendentemente da chi li compra e li vende, sia in termini di quantità, qualità e regolamento.

Ad esempio, qualsiasi trader che negozia futures petroliferi nella Borsa di New York sa che un contratto consisterà in 1.000 barili di petrolio WTI ad un certo livello di qualità.

La maggior parte dei futures sono offerti con codici a cinque cifre. I primi due simboli identificano il prodotto, il terzo il mese e gli ultimi due l'anno. Ad esempio, i futures petroliferi possono essere offerti come CLX20, dove CL sta per greggio, X = novembre (ci sono alcuni codici per i mesi) e 20 rappresenta l'anno 2020.

grafico del petrolio tra gli esempi di derivati finanziari

Fonte: Admiral Markets MetaTrader 5 Supreme Edition. Grafico giornaliero CrudeOilUS_K0. Gamma di dati: dal 16 dicembre al 13 aprile 2020. Preparato il 14 aprile 2020. Si prega di notare che le prestazioni passate non garantiscono ritorni futuri.

Cosa sono i derivati finanziari Forward

I cosiddetti contratti forward sono strumenti finanziari derivati che rappresentano un contratto tra due parti per l'acquisto o la vendita di un determinato sottostante a un determinato prezzo a una data futura. I contratti a termine possono essere utilizzati come copertura o per speculazioni.

A differenza dei futures standardizzati, questo tipo di contratto può essere personalizzato in base alla merce, al volume e alla data di scadenza. In questo caso il pagamento può essere effettuato in contanti o con consegna effettiva.

Nella maggior parte dei casi, i contratti forward sono considerati OTC e non sono negoziati su un mercato centralizzato. Mentre la loro natura over-the-counter li aiuta ad essere personalizzati, questi contratti comportano un rischio di insolvenza più elevato. Pertanto, non sono particolarmente accessibili per i trader al dettaglio.

Il mercato dei contratti a termine forward è cresciuto in modo esponenziale dopo che molte grandi società li hanno utilizzati per la copertura dei rischi di tasso d'interesse e di cambio. Tuttavia, poiché i dettagli dei contratti forward sono determinati dall'acquirente e dal venditore e non sono resi pubblici, la dimensione di questo mercato è difficile da stimare.

Le grandi dimensioni e la natura non regolamentata di questo mercato fanno sì che, nel peggiore dei casi, possa essere soggetto a default. Mentre le banche e le società finanziarie attenuano questo rischio con la massima cautela nella scelta della controparte, c'è spazio per un'insolvenza su larga scala.

Cosa succede se il tasso d'interesse contrattuale differisce in modo significativo dal tasso in vigore al momento della liquidazione? In questo caso, l'istituto finanziario che ha creato il contratto a termine forward avrà un rischio di insolvenza più elevato da parte del cliente rispetto a quello che si avrebbe se il mercato valutasse regolarmente il contratto.

Strumenti finanziari derivati cosa sono le Opzioni

Le opzioni sono derivati finanziari basati su un'attività, come azioni o valute. Le opzioni danno al trader il diritto, ma non l'obbligo, di acquistare o vendere l'attività sottostante a un determinato prezzo e scadenza. Il venditore, invece, è obbligato a vendere se il compratore glielo chiede e riceve in cambio un premio.

I tipi più comuni di contratti di opzione sono: call e put.

  • Le opzioni call consentono al titolare di acquistare un'attività a un prezzo prestabilito per un determinato periodo di tempo.
  • Le opzioni put consentono al possessore di vendere un'attività a un prezzo prestabilito per un determinato periodo di tempo.

Ogni opzione ha una data di scadenza specifica in cui il titolare deve esercitare la sua scelta finale. Il prezzo fissato dell'opzione è noto come prezzo di esercizio. Le opzioni vengono solitamente acquistate e vendute tramite broker online o altre entità finanziarie.

In termini geografici possiamo dividere le opzioni in due tipi: europee e americane. Per quanto riguarda l'europa, l'opzione può essere esercitata solo alla scadenza; le opzioni americane invece possono essere esercitate in qualsiasi momento prima della data di scadenza.

Quando si acquistano opzioni, l'unico rischio che l'acquirente si assume è il premio, ma le possibilità di profitto sono illimitate. Dobbiamo tenere presente che la vendita di opzioni comporta un rischio illimitato, per cui il venditore dovrà essere particolarmente attento a questo tipo di investimento.

Vediamo ora quali posizioni si possono aprire aprire con le opzioni:

  1. Posizione in lungo su un'opzione call: l'acquisto di un'opzione call significa che il prezzo di base deve aumentare affinché l'opzione possa guadagnare, ovvero dobbiamo acquistarla in un trend al rialzo.
  2. Posizione in lungo in un'opzione put: l'acquisto di un'opzione put significa che il prezzo del sottostante deve aumentare affinché l'opzione sia redditizia. In questo modo, è possibile coprire un'esposizione sull'attività sottostante contro un calo del prezzo o una speculazione per ottenere un profitto in un mercato in calo.
  3. Posizione in corto su un'opzione call: quando l'opzione call viene attivata dall'acquirente, il venditore è obbligato ad assumere una posizione in corto sul sottostante ricevendo un premio. Questo tipo di opzione viene venduto in previsione di una bassa volatilità o di un calo del mercato.
  4. Posizione in corto su un'opzione put: quando l'opzione put viene attivata dall'acquirente, il venditore è obbligato ad assumere una posizione in lungo nel sottostante ricevendo un premio. Questo tipo di opzione viene venduta in previsione della stabilizzazione del mercato e di una possibile tendenza al rialzo.

Il valore del premio può essere descritto come la somma di due componenti, come segue:

Valore del premio = valore intrinseco + valore temporale

Il valore intrinseco può essere interpretato come la quantità che si può ottenere se l'opzione è attivata. Il valore temporale è la differenza tra il premio e il valore intrinseco.

strumenti finanziari derivati esempi come il petrolio

Meglio investire in derivati finanziari o fare trading diretto?

Il trading con strumenti finanziari derivati imita il trading diretto, anche se nel caso dei derivati non si è proprietari del sottostante, quindi può essere considerata una buona alternativa all'investimento tradizionale. Vediamo le differenze tra l'acquisto di azioni reali e il trading con i derivati.

  • I derivati possono essere scambiati in posizioni in lungo e in corto, cioè sia di acquisto che di vendita
  • Il commercio di derivati finanziari applica tasse più basse in alcuni paesi, anche se le plusvalenze sono soggette all'imposta sul reddito.
  • Nel caso dei derivati finanziari, il trader non possiede il sottostante su cui si basa il derivato, ma stipula un contratto con il broker per scambiare la differenza di prezzo tra l'apertura della posizione e la chiusura della stessa.
  • I derivati possono essere negoziati sul margine, cioè il deposito iniziale bloccato dal broker permette all'investitore di gestire più attività perché non deve fornire tutto il suo capitale.

Una delle caratteristiche più interessanti del trading con derivati finanziari è l'uso della leva finanziaria. Quando si utilizza la leva finanziaria, i trader non pagano l'intero valore dell'investimento, ma solo una percentuale di esso. In questo modo, si può assumere una maggiore esposizione sul mercato rispetto a quella che si avrebbe in modo tradizionale.

La leva finanziaria permette quindi di moltiplicare i propri potenziali profitti e di ottenere maggiori rendimenti con un piccolo investimento iniziale. Ma può anche moltiplicare le potenziali perdite se il mercato si muove a nostro sfavore.

Ad esempio, con una leva di 1:30 possiamo aprire una posizione pari a 30 volte il nostro capitale. Nell'immagine seguente si può vedere un esempio con un leverage di 1:30 con la calcolatrice di trading Admiral Markets:

come calcolare il margine e la leva per investire in strumenti finanziari derivati

Fonte: Admiral Markets

Anche la negoziazione di strumenti finanziari derivati ha i suoi svantaggi:

  • I trader che investono in derivati finanziari non sono proprietari delle azioni effettive o prodotti sottostanti, il che priva di alcuni diritti, come il diritto di voto in un'assemblea generale degli azionisti.
  • Il mercato dei derivati finanziari è molto meno regolamentato rispetto alla negoziazione di azioni. Questo attira l'attenzione di molti broker non regolamentati o poco affidabili che cercano di trarne profitto in modo illecito con delle vere e proprie truffe online.

Trading con strumenti finanziari derivati

Una delle prime cose che dovremmo fare quando scegliamo un broker con cui negoziare derivati finanziari è verificare che sia regolamentato da entità ufficiali e riconosciute. È possibile informarsi a proposito della regolamentazione di un broker direttamente dalla sua pagina web. Se hai dubbi sull'esattezza delle informazioni presentate nel sito, puoi rivolgervi direttamente all'ente regolatore ufficiale citato e consultare l'elenco delle aziende autorizzate.

Alcuni fattori importanti da tenere a mente sono i seguenti:

  • Il broker deve appartenere ad uno Stato membro dell'UE ed essere ufficialmente autorizzato e regolamentato.
  • È consigliabile evitare i broker regolamentati in paesi con una regolamentazione debole (paradisi fiscali).
  • Se il broker ha diverse entità regolamentate a livello internazionale, è consigliabile assicurarsi che almeno una di queste sia la FCA britannica, considerata l'istituzione più rigorosa.

Si noti inoltre che il 1° agosto 2018 è entrato in vigore un nuovo regolamento dell'Autorità europea per i mercati dei valori mobiliari (ESMA) che vieta la negoziazione di opzioni binarie e riduce la leva finanziaria massima possibile a 1:500 per gli investitori professionali e a 1:30 per i trader al dettaglio.

I broker che lavorano con clienti europei devono attenersi rigorosamente a queste norme.

Admiral Markets UK Ltd è un broker regolamentato dalla FCA ma anche dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySec) e dalla Australian Securities and Investments Commission (ASIC)

Piattaforma di trading per investire in derivati finanziari

Quando un trader vuole muovere i primi passi nel trading di derivati finanziari con il Forex o nel mercato azionario, dovrebbe scegliere una piattaforma di trading semplice ma affidabile. Si tratta di una decisione importante, poiché la piattaforma è lo strumento di base per l'accesso al mercato e chi vuole investire dovrà passarci tanto tempo e lavorarci spesso, a volte anche quotidianamente. Ci sono diversi tipi di piattaforme online che possono rendere la scelta difficile, soprattutto per i principianti. A questo proposito, per scegliere bene una piattaforma di trading si dovebbero considerare i seguenti criteri:

  • Si tratta di una piattaforma gratuita o a pagamento?
  • Permettete di accedere al trading con i prodotti che mi interessano?
  • Consente la negoziazione con derivati finanziari?
  • Gli ordini vengono eseguiti rapidamente?
  • La piattaforma è intuitiva e facile da usare?

La principale piattaforma di trading oggi giorno è MetaTrader 5, l'ultima versione sviluppata da MetaQuotes. Questa piattaforma offre molti strumenti di analisi tecnica e mantiene la possibilità per i trader di sviluppare strumenti personalizzati.

Admiral Markets offre sia MT5 che la versione precedente, MetaTrader 4. Dispone inoltre di un plug-in unico che può essere adattato ad entrambe le piattaforme: la MetaTrader Supreme Edition, che aggiunge oltre 60 funzioni aggiuntive in esclusiva:

  • Sentiment di mercato. Analizzare il sentimento del mercato tra gli investitori a livello globale.
  • Mini Terminal, uno strumento che rende facile il controllo dell'intero conto.
  • Trade Terminal, un modo efficace per aprire e chiudere gli ordini.
  • Tick Chart Trader, traccia i movimenti dei prezzi in modo semplice e veloce.

Se hai già installato MetaTrader e vuoi installare questo plugin, basta seguire i passi specificati in questa pagina: MetaTrader Supreme Edition, migliora la tua esperienza di trading.

Come iniziare a fare trading con derivati finanziari

È possibile iniziare a negoziare con prodotti finanziari derivati seguendo questi tre semplici passi:

  1. Apri un conto di trading
  2. Scarica la piattaforma di trading
  3. Apri un nuovo ordine

Trading con Derivati Finanziari - Admiral Markets

Se vuoi aprire un conto con Admiral Markets, visita il nostro sito web e clicca sul pulsante verde in alto a destra. Una volta che avrai completato la registrazione del tuo profilo, potrai aprire un conto reale o iniziare con un conto demo. Se sceglierai di aprire un conto reale , ci sono diversi tipi di conto disponibili a seconda delle attività con cui vorrai fare trading:

tipi di conto di trading per investire in derivati finanziari

Fonte: Admiral Markets. Schermata dei tipi di conto.

Una volta richiesta l'apertura del conto che più si adatta alle tue esigenze, il broker ti richiederà la documentazione necessaria e una volta che questa sarà stata esaminata e approvata, si attiverà il tuo conto. Poi basterà scaricare la piattaforma di trading, in questo caso MetaTrader 4 o MetaTrader 5. Potrai farlo gratuitamente cliccando sul seguente banner e iniziare a fare trading in pochi e semplici passi!

apri un conto di trading su strumenti finanziari derivati

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Admiral Markets

Siamo un broker con presenza globale e regolamentato dalle più alte autorità finanziarie. Offriamo l'accesso alle piattaforme di trading più innovative. Negoziamo CFD, azioni e ETF.

Buon Trading!

Admiral Markets

Avvertenza sui rischi: i dati forniti forniscono informazioni aggiuntive rispetto a tutte le analisi, stime, previsioni o altre valutazioni o informazioni simili ("Analisi") pubblicate sul sito web di Admiral Markets. Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento, prestare particolare attenzione a quanto segue:

1. Questa è una comunicazione di marketing. Il contenuto è pubblicato a solo scopo informativo e non deve essere interpretato in alcun modo come consiglio o raccomandazione di investimento. Non è stato preparato in conformità con i requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetto ad alcun divieto di negoziazione prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

2. Qualsiasi decisione di investimento è presa da ciascun cliente separatamente, mentre Admiral Markets AS (Admiral Markets) non sarà responsabile per qualsiasi perdita o danno derivante da tale decisione, sia che si basi o meno sul contenuto.

3. Per garantire che gli interessi dei clienti siano protetti e l'obiettività dell'Analisi non sia compromessa, Admiral Markets ha stabilito procedure interne rilevanti per la prevenzione e la gestione dei conflitti di interesse.

4. L'analisi è preparata da un analista indipendente (Pierre Perrin-Monlouis e Eva Blanco) sulla base delle sue stime personali.

5. Sebbene sia stato fatto ogni ragionevole sforzo per assicurare che tutte le fonti dell'Analisi siano affidabili e che tutte le informazioni siano presentate, per quanto possibile, in modo comprensibile, tempestivo, accurato e completo, Admiral Markets non garantisce l'accuratezza o la completezza delle informazioni contenute nell'Analisi.

6. Qualsiasi precedente performance o modellizzazione degli strumenti finanziari indicati nella Pubblicazione non deve essere interpretata come promessa, garanzia o implicazione espressa o implicita da parte di Admiral Markets per qualsiasi performance futura. Il valore dello strumento finanziario può aumentare o diminuire e il mantenimento del valore dell'attività non è garantito.

7. I prodotti a leva (compresi i contratti per differenze) sono di natura speculativa e possono determinare perdite o guadagni. Prima di iniziare a fare trading, assicurati di aver compreso appieno i rischi connessi.

8. I prodotti a leva (compresi i contratti per differenze) sono di natura speculativa e possono generare profitti o perdite. Prima di iniziare a fare trading, è necessario assicurarsi di aver compreso tutti i rischi.