Trading Opzioni|Guida per i trader principianti

Admirals
11 Min lettura

Sapevi cosa sono le opzioni? Conosci le differenze tra opzioni e CFD? In questo articolo spiegheremo il trading di opzioni per i principianti, partendo dalle basi e da alcuni esempi per una migliore comprensione. Illustreremo anche i pro e i contro del trading di opzioni e come questi prodotti siano simili ad altri prodotti come i CFD o i contratti per differenza.

Che cos'è il trading in opzioni?

Il trading di opzioni è una forma di speculazione su un'attività sottostante. Tali attività possono essere azioni, obbligazioni, materie prime o qualsiasi altro tipo di strumento negoziato sui mercati finanziari. Per questo motivo, le opzioni sono considerate prodotti derivati in quanto il loro prezzo è derivato dal sottostante.

Il trading di opzioni ha avuto origine nell'antica Grecia, dove si speculava sulla raccolta delle olive. Oggi è possibile negoziare opzioni e utilizzare strategie di trading di opzioni nella maggior parte dei mercati, come il Forex, le materie prime, le obbligazioni e gli indici azionari. L'asset più popolare nel trading di opzioni è rappresentato dalle azioni.

Quando si acquista un contratto di opzione nel trading online, si acquista solo un diritto, non si compra o vende il bene stesso. Come puoi vedere, funzionano più o meno come altre forme di speculazione, poiché potrai scegliere la direzione in cui pensate che il mercato si muoverà, cioè se salirà o scenderà. Tuttavia, a differenza di altri prodotti derivati, i contratti di opzione hanno una data di scadenza, pertanto il trader deve anche pensare a quanto a lungo si estenderà il trend scelto, nonché alla volatilità attesa durante quel periodo.

I tipi più comuni di contratti di opzione sono: call e put.

Come funziona il trading in opzioni?

Qualora volessi iniziare a fare trading di opzioni, la prima cosa che dovresti sapere è quali sono i due tipi di contratti sopra menzionati: call and put. È importante ricordare che, come per altri prodotti derivati, ci sono sempre due parti in ogni transazione di opzione: l'acquirente e il venditore del contratto, chiamato lo scrivente. Anche se è possibile negoziare opzioni nella maggior parte dei mercati finanziari, concentriamoci sul trading di stock option.

Opzioni Trading - Cos'è un'opzione call?

Supponiamo che un trader acquisti un'opzione call su Apple con un prezzo d'esercizio di 180 dollari che scada tra sei settimane. Ciò significa che il trader che acquista la call ha il diritto di esercitare tale opzione (cioè il diritto di acquistare le azioni) pagando 180 dollari per ogni azione. Se il prezzo delle azioni Apple sale a 200 dollari, allora l'esercizio dell'opzione è un buon affare per l'acquirente: può mantenere le azioni a un prezzo inferiore a quello che pagherebbe sul mercato aperto.

L'emittente dell'opzione call avrebbe quindi l'obbligo di vendere tali azioni a 180 dollari ciascuna, indipendentemente dal prezzo effettivo dell'attività sottostante, in questo caso Apple. Tuttavia, se il prezzo delle azioni Apple scendesse a 150 dollari, l'acquirente non avrebbe l'obbligo di esercitare l'opzione call. In questo caso, la cosa più sensata da fare è lasciare che il contratto scada e che l'autore mantenga le sue quote.

Fare trading non è mai stato così accessibile come oggi. Admirals offre ai trader professionisti la possibilità di operare sul mercato Forex direttamente o tramite CFD con oltre 80 valute, incluse coppie maggiori, minori, esotiche e altre ancora. Se hai già fatto pratica con un conto demo e sei pronti a fare il salto ad un conto live basta cliccare sul banner qui sotto e troverai tutte le informazioni:

Fai trading su Forex e CFD

Ottieni l'accesso a più di 40 CFD su coppie di valute, 24/5

Opzioni Trading - Cos'è un "Put"?

L'acquisto di un'opzione put dà all'acquirente il diritto, ma non l'obbligo, di vendere le azioni sottostanti a un prezzo d'esercizio prestabilito a una data di scadenza prestabilita. In questo caso, il trader sta speculando su un possibile calo del prezzo del titolo, ovvero sta negoziando allo scoperto sul mercato. Vediamo un esempio di opzione put sulle azioni:

Diciamo che Tesla è scambiato a 360 dollari per azione (che è lo stesso del prezzo di esercizio) e il valore del put è di 6 dollari per azione (che è chiamato premio) con una scadenza di tre mesi. Poiché un contratto di opzione equivale a 100 azioni, il costo di 1 opzione è di 600 dollari (100 azioni x 6 dollari per azione). Il prezzo di pareggio del trader è il prezzo di esercizio meno il prezzo di vendita, in questo caso 360 - 6 = $354.

Se alla data di scadenza del contratto il prezzo delle azioni Tesla sottostanti è compreso tra 354 e 360, l'opzione sarà rivalutata, ma non comporterà un guadagno o una perdita. Se il prezzo dell'azione rimane al di sopra del prezzo d'esercizio (360) l'opzione non avrebbe alcun valore e il trader perderebbe il prezzo pagato per la vendita (600). Ma se il prezzo è inferiore a 354 dollari, il trader inizierà a guadagnare.

Trading in opzioni - Strategie di opzioni

Le opzioni sono titoli negoziabili, il che significa che in pochissime situazioni scadono o le azioni vengono trasferite. Questo perché la maggior parte dei trader utilizza semplicemente le opzioni come veicolo per speculare sul movimento del prezzo dell'attività sottostante. Tuttavia, non tutte le opzioni seguono l'andamento del prezzo del loro sottostante, per cui il valore di un'opzione diminuisce nel tempo, il che le differenzia dal semplice acquisto di azioni.

Questo può sembrare strano, ma è solo una delle ragioni, tra le tante, per cui i trader principianti perdono denaro nel trading di opzioni. Quando si utilizzano strategie di trading di opzioni è importante che comprendano i termini greci "Delta, Vega, Gamma e Theta". Si tratta di valori statistici che misurano i rischi legati al trading di opzioni:

  • Delta - Questo valore misura la sensibilità del prezzo dell'opzione alle variazioni del prezzo del sottostante. In sostanza, si tratta del numero di punti che ci si aspetta che l'opzione si muova per ogni cambiamento di punto nell'attività sottostante. Un movimento di un punto nel sottostante non sempre equivale a un movimento di un punto nel valore della vostra opzione; i valori delta vanno da 0 a 1 per le opzioni call e da 0 a -1 per le opzioni put.
  • Vega - Questo valore misura la sensibilità di un'opzione alle variazioni della volatilità del sottostante. Rappresenta l'importo che il prezzo di un'opzione cambierà in risposta a una variazione dell'1% della volatilità del mercato sottostante.
  • Gamma - Questo valore misura la sensibilità del valore delta in risposta alle variazioni di prezzo all'interno dello strumento sottostante.
  • Theta - Questo valore misura la diminuzione temporale di un'opzione. Più l'opzione si avvicina alla data di scadenza, più può diventare inutile. Theta misura il valore teorico del dollaro che un'opzione perde ogni giorno.

Come puoi vedere, ci sono una quantità significativa di termini e condizioni da considerare quando si negoziano contratti di opzione, quindi sono considerati prodotti complessi e rischiosi. Tutto questo si aggiunge all'analisi richiesta quando si fa trading su qualsiasi strumento finanziario alla ricerca di redditività, opportunità di acquisto o vendita o ordini di chiusura. La complessità del trading di opzioni è uno dei motivi per cui molti investitori si sono rivolti ad altri prodotti derivati meno complessi come i CFD.

CFD VS il trading opzioni

Un CFD, come un'opzione, è anche un prodotto derivato che permette ai trader di speculare sull'aumento o il calo di un mercato. Quando si fa trading con un CFD quello che stiamo facendo è, come per le opzioni, stipulare un contratto tra due parti - l'acquirente e il venditore. Il venditore dovrà pagare all'acquirente la differenza tra il valore corrente di mercato e il valore alla fine del contratto. In questo caso, il contratto non ha una data di scadenza.

Il venditore del contratto è il broker. Con il CFD il trader paga semplicemente la differenza tra il prezzo di apertura e il prezzo dell'attività sottostante al momento della chiusura, rendendo molto più facile la comprensione. A differenza del trading di opzioni, dove un movimento di un punto all'interno del sottostante non sempre equivale a un movimento di un punto nel contratto di opzione, il CFD segue il sottostante molto più da vicino. Qui sotto potete vedere alcune differenze chiave tra questi due prodotti derivati:

Opzioni

CFD

Data di scadenza del contratto. Il mercato potrebbe continuare a muoversi a favore dopo la scadenza dell'opzione, ma non sarà più possibile beneficiare.

Di solito non ha una data di scadenza

Non tutte le azioni e le attività sottostanti sono disponibili per la negoziazione di opzioni

I trader possono operare in oltre 3.000 mercati

Gli autori di opzioni sono esposti a perdite illimitate

I trader possono utilizzare gli ordini di protezione da Stop Loss e Volatility Protection per gestire il rischio

Il valore delle opzioni diminuisce nel tempo

Il suo valore dipende dal bene, non dal tempo

Per poter negoziare le opzioni è necessario disporre di un capitale minimo stabilito come requisito dall'autorità di regolamentazione

I trader possono aprire un conto con solo una piccola percentuale del valore della posizione



.
Oltre a queste differenze, i CFD hanno altre caratteristiche aggiuntive che troverai elencate nel dettaglio qui sotto:

  • Leva - I trader al dettaglio possono aprire posizioni fino a 30 volte il loro saldo del conto (a seconda dello strumento) grazie alla leva finanziaria. Un trader professionista può anche aprire posizioni fino a 500 volte il saldo del suo conto (vedi termini e condizioni sul sito web di Admirals).
  • Fare trading in qualsiasi direzione - Puoi fare trading lungo o corto in qualsiasi mercato ed effettuare trade opposti per coprire l'esposizione.
  • Mantieni le negoziazioni per tutto il tempo che vuoi - Con i CFD puoi entrare e uscire dai mercati in pochi secondi o tenere posizioni per giorni, settimane o mesi.
  • Strumenti avanzati di gestione del rischio - Puoi utilizzare gli ordini di stop loss e take profit per ridurre al minimo il rischio.
  • Accesso ai mercati globali - Forex, CFD su azioni, indici, materie prime, obbligazioni, valute criptate.


Trading opzioni - Come fare trading con i CFD

Per fare trading con CFD, è sufficiente seguire i seguenti passi:

  • Scegli una piattaforma di trading. La scelta della piattaforma di trading giusta è una delle prime decisioni da prendere in considerazione quando si inizia a fare trading. Trovare la migliore piattaforma per il trading di opzioni può essere un po' complicato perché non tutti offrono tutti i tipi di strumenti. D'altra parte, è anche importante considerare altri fattori come la stabilità, la facilità d'uso e l'accessibilità. Con il trading con i CFD è possibile iniziare a fare trading sulle piattaforme più popolari e utilizzate al mondo: MetaTrader 4, MetaTrader 5, MetaTrader Supreme Edition e MetaTrader Webtrader.

Le piattaforme MetaTrader sono il software di riferimento per il trading con i CFD, il che significa che forniscono molto più supporto e più funzioni.

  • Metodo di trading. Il trading con i CFD è un modo semplice per speculare sui mercati finanziari. Tuttavia, come possiamo identificare i profitti derivanti da posizioni a rischio? Ecco alcune chiavi:
  • Routine. Stabilite i momenti in cui sarete a conoscenza dei mercati.
  • Stile. Che tipo di commerciante sei? Intraday, bagarino, altalena...
  • Mercati In quali mercati farai le tue operazioni? Azioni, valute, indici...
  • Metodo: Quale piano di trading userai per aprire o chiudere le posizioni?

Forse non conosci ancora la risposta a queste domande. Tuttavia, è importante ricordare che il trading si impara e si migliora con la pratica, osservando come si muovono i mercati e come funzionano.

Qualora volessi utilizzare la migliore piattaforma di trading disponibile ad oggi sul mercato, puoi scaricarla cliccando sul seguente banner:

La migliore piattaforma multi-asset del mondo


Altri articoli che ti potrebbero interessare:

INFORMAZIONI SUL MATERIALE ANALITICO:

I dati forniscono informazioni aggiuntive riguardanti tutte le analisi, stime, prognosi, previsioni, analisi di mercato, prospettive settimanali o altre valutazioni o informazioni simili (di seguito "Analisi") pubblicate sui siti web delle società di investimento Admirals che operano sotto il marchio Admirals (di seguito "Admirals") Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento si prega di prestare molta attenzione a quanto segue:

  • Questa è una comunicazione di marketing. Il contenuto è pubblicato solo a scopo informativo e non deve in alcun modo essere interpretato come consiglio o raccomandazione di investimento. Non è stato preparato in conformità con i requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non è soggetto ad alcun divieto di negoziazione prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.
  • Ogni decisione di investimento è presa da ogni cliente da solo, mentre Admirals non è responsabile per qualsiasi perdita o danno derivante da qualsiasi decisione, basata o meno sul contenuto.
  • Al fine di proteggere gli interessi dei nostri clienti e l'obiettività dell'analisi, Admirals ha stabilito procedure interne pertinenti per la prevenzione e la gestione dei conflitti di interesse.
  • L'Analisi è preparata da un analista indipendente, (di seguito "Autore") sulla base delle sue stime personali.
  • Sebbene sia stato compiuto ogni ragionevole sforzo per assicurare che tutte le fonti del contenuto siano affidabili e che tutte le informazioni siano presentate, per quanto possibile, in modo comprensibile, tempestivo, preciso e completo, Admirals non garantisce l'accuratezza o la completezza di qualsiasi informazione contenuta nell'Analisi.
  • Qualsiasi tipo di performance passata o modellata di strumenti finanziari indicata all'interno del contenuto non deve essere interpretata come una promessa espressa o implicita, garanzia o implicazione da parte di Admirals per qualsiasi performance futura. Il valore dello strumento finanziario può sia aumentare che diminuire e la conservazione del valore dell'asset non è garantita.
  • I prodotti con leva finanziaria (inclusi i contratti per differenza) sono di natura speculativa e possono comportare perdite o profitti. Prima di iniziare a fare trading, assicuratevi di aver compreso appieno i rischi connessi.
MIGLIORI ARTICOLI
Investire vs Trading: Qual è la differenza?
L'investimento e il trading - che a volte, ed erroneamente, sono usati in modo intercambiabile - sono due metodi diversi per tentare di generare ricchezza nei mercati finanziari.Se confondi ancora questi termini, o semplicemente vuoi scoprire qual è la differenza, sei venuto nel posto giusto! In que...
Come investire oggi nell’indice FTSE250
Dopo la Brexit e la pandemia di coronavirus, molti investitori hanno scelto di concentrarsi sul noto indice azionario FTSE 100 per cercare la redditività degli investimenti.Tuttavia, mentre l'indice FTSE 100 ha reso circa il 4,2% nel primo trimestre del 2021, l'indice FTSE 250 ha reso quasi il 10% n...
Capire il rapporto rischio-rendimento (GUIDA)
Nella vita in generale e nel trading e negli investimenti in particolare, c'è spesso una relazione tra rischio e rendimento (risk reward ratio), nel senso che, se vuoi una rendimento maggiore, spesso devi correre più rischi.Ma qual è la relazione tra rischio e rendimento? Esiste un rapporto rischio-...
Visualizza tutto