IPO Wise (ex TransferWise): Tutto quello che devi sapere

Agosto 26, 2021 14:17 Europe/Rome
Tempo di lettura: 8 minuti

Le azioni Wise hanno debuttato alla Borsa di Londra il 7 luglio 2021 in una quotazione diretta molto attesa. Ma cos'è Wise? Come si è comportata? E cosa ci si può aspettare da questa nuova quotazione? In questo articolo, risponderemo a tutte queste domande e non solo!

Cos’è Wise (TransferWise)?

Wise è stata fondata nel 2011 dagli uomini d'affari estoni Kristo Käärmann e Taavet Hinrikus mentre entrambi vivevano a Londra.

All'epoca, Hinrikus, che era il primo dipendente di Skype, riceveva il suo stipendio in euro e Käärmann, che lavorava per Deloitte, era pagato in sterline inglesi ma aveva impegni all'estero nella sua nativa Estonia. Entrambi gli uomini, quindi, erano obbligati a trasferire regolarmente il denaro attraverso le loro banche in valuta estera ed entrambi conoscevano le alte commissioni e i tassi di cambio poco attraenti che questo processo tende a comportare.

Così è stato creato TransferWise, come un'opzione più conveniente per il trasferimento di denaro all'estero. Nel suo primo anno di attività, TransferWise ha elaborato oltre 10 milioni di euro di transazioni, oltre ad aver attirato un investimento di Max Levchin - co-fondatore di Paypal.

Nel febbraio 2021, l'azienda ha cambiato nome in Wise - un riflesso che c'è di più nella start-up che solo trasferimenti internazionali. Il loro conto "senza frontiere" permette agli utenti di tenere il loro denaro in oltre 50 valute diverse e spenderlo a livello internazionale con una carta di debito Wise.

Oggi, Wise ha 10 milioni di clienti in tutto il mondo e invia oltre 5 miliardi di sterline all'estero ogni mese.

Quando avverrà l'IPO di TransferWise?

Anche se inizialmente si diceva che le azioni di Wise sarebbero state quotate in borsa tramite un'offerta pubblica iniziale (IPO), l'azienda ha deciso di quotarsi alla Borsa di Londra (LSE) tramite una quotazione diretta - seguendo le orme di altri titoli tecnologici come Spotify, Slack e, più recentemente, Coinbase.

A differenza di una IPO più tradizionale, dove le banche di investimento - che agiscono come sottoscrittori delle azioni - vendono le azioni della società ad un pool esclusivo di hedge fund e investitori prima che le azioni siano rese pubbliche, una Direct Public Offering (DPO) essenzialmente salta questo passaggio e elenca le loro azioni esistenti direttamente in borsa.

Optare per una DPO può far risparmiare a una società decine di milioni in costose commissioni pagate alle banche, che di solito equivalgono a circa il 7% dei proventi totali raccolti dall'IPO. Dato che Wise è stata creata con l'obiettivo di ridurre al minimo le costose commissioni bancarie per i consumatori, forse non dovrebbe sorprendere che abbiano optato per un metodo di quotazione che riduce al minimo le loro stesse commissioni bancarie!

Tuttavia, intraprendendo un DPO, la società non emetterà nuove azioni, ma faciliterà solo la vendita di quelle esistenti, il che significa che non raccoglierà alcun nuovo capitale per la società.

Le azioni Wise sono state ammesse alla Borsa di Londra il 7 luglio 2021, scambiate a un prezzo iniziale di circa 8 sterline per azione. Questo prezzo delle azioni ha dato alla società una capitalizzazione di mercato di 8 miliardi di sterline, rendendola la società tecnologica di maggior valore ad entrare nel mercato di Londra!

Performance della Società

Le entrate di Wise sono generate dalle commissioni sostenute dai loro clienti per il trasferimento di denaro. Secondo il loro documento di registrazione presso la Borsa di Londra, nell'anno conclusosi il 31 marzo 2021, le entrate totali di Wise sono state di 421 milioni di sterline. Questo era in aumento rispetto ai 302,6 milioni di sterline dell'anno precedente (cioè una crescita del 39%) e ai 177,9 milioni di sterline dell'anno precedente (cioè una crescita del 70%).

Non sorprende che, considerando come vengono generate le entrate dell'azienda, il volume totale delle transazioni gestite da Wise sia aumentato ad un ritmo simile nello stesso periodo, con cifre di 54,4 miliardi di sterline, 41,7 miliardi di sterline e 27,1 miliardi di sterline rispettivamente.

Alcune semplici divisioni mostrano che Wise è stato in grado di convertire lo 0,65% dei trasferimenti in entrate nell'anno che termina a marzo 2019 e di crescere fino allo 0,72% nell'anno che termina a marzo 2020 e allo 0,77% nell'ultimo anno finanziario. Questa crescita indica che, piuttosto che soccombere all'aumento della concorrenza, l'azienda sembra rafforzare la sua posizione sul mercato.

Per quanto riguarda la redditività, Wise è un'azienda redditizia dal 2017. Nell'anno conclusosi il 31 marzo 2021, Wise ha registrato un utile netto di 30,9 milioni di sterline, più del doppio dei 15 milioni dell'anno precedente.

Le azioni Wise sono un investimento saggio?

La crescita di Wise dalla sua fondazione nel 2011 è certamente impressionante, in particolare gli aumenti delle entrate e dell'utile netto negli ultimi tre anni.

Impressionante è anche la sua grande base di clienti di 10 milioni, anche se un esame più attento del documento di registrazione di Wise con la LSE ci dice che solo 6 milioni di questi sono "clienti attivi". In ogni caso, si tratta di un numero sostanziale di clienti data l'età relativamente giovane dell'azienda. Ora che Wise ha iniziato a vendere altri prodotti finanziari, questa base di clienti dovrebbe essere una buona piattaforma per un'ulteriore crescita futura. Inoltre, i loro clienti provengono da oltre 110 paesi, dando a Wise una presenza veramente internazionale.

Wise detiene già una porzione significativa del loro mercato, il loro documento di registrazione afferma che: "I clienti personali si affidano a noi per spostare circa 1 sterlina su ogni 40 sterline dei 2.000 miliardi di sterline di volumi personali transfrontalieri elaborati nel 2020". Considerando la loro performance fino ad oggi, Wise si trova ben posizionata per andare avanti e catturare più di questo grande mercato.

Il rebrand - che, forse non a caso, ha avuto luogo pochi mesi prima che l'azienda si quotasse in borsa - serve come indicazione che Wise è desiderosa di far crescere la sua reputazione oltre le rimesse.

Nel 2020, Wise ha ottenuto una licenza dalla FCA per offrire prodotti di investimento nel Regno Unito e il loro documento di registrazione ci dice che in futuro, i clienti Wise saranno in grado di investire in "fondi semplici e accessibili da fornitori affidabili".

Gli investitori e i fondi dietro Wise

I co-fondatori Käärmann e Hinrikus detengono rispettivamente il 19,8% e l'11,5% delle azioni Wise in circolazione.

Altri importanti azionisti di Wise, che detengono più del 3% del capitale sociale emesso, sono dettagliati nella tabella seguente:

Azionista Azioni in circolazione nella società
Valar Ventures 10,8%
IA Ventures 10,1%
Andreessen Horowitz 9,8%
Baillie Gifford 5,2%
D1 Capital Partners 4,1%
IVP 3,9%

Fonte: Wise Registration Document – giugno 2021  

Investi con Admirals

Con un conto Invest.MT5 di Admirals, puoi acquistare azioni e Exchange-Traded Funds (ETF) da 15 delle maggiori borse mondiali! Altri benefici includono:

- Accesso esclusivo al nostro nuovo strumento di analisi Premium all'avanguardia, portato a voi in collaborazione con Dow Jones

- La possibilità di aprire un conto con un deposito minimo di solo €1

- Accesso alla piattaforma di trading multi-asset numero uno al mondo, MetaTrader 5

Per saperne di più e aprire un conto Invest.MT5 oggi stesso, clicca sul banner qui sotto:

INFORMAZIONI SUL MATERIALE ANALITICO:

I dati forniscono informazioni aggiuntive riguardanti tutte le analisi, stime, prognosi, previsioni, analisi di mercato, prospettive settimanali o altre valutazioni o informazioni simili (di seguito "Analisi") pubblicate sui siti web delle società di investimento Admiral Markets che operano sotto il marchio Admiral Markets (di seguito "Admiral Markets") Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento si prega di prestare molta attenzione a quanto segue:

  1. Questa è una comunicazione di marketing. Il contenuto è pubblicato solo a scopo informativo e non deve in alcun modo essere interpretato come consiglio o raccomandazione di investimento. Non è stato preparato in conformità con i requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non è soggetto ad alcun divieto di negoziazione prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.
  2. Ogni decisione di investimento è presa da ogni cliente da solo, mentre Admiral Markets non è responsabile per qualsiasi perdita o danno derivante da qualsiasi decisione, basata o meno sul contenuto.
  3. Al fine di proteggere gli interessi dei nostri clienti e l'obiettività dell'analisi, Admiral Markets ha stabilito procedure interne pertinenti per la prevenzione e la gestione dei conflitti di interesse.
  4. L'Analisi è preparata da un analista indipendente Roberto Rivero, Freelance Contributor (di seguito "Autore") sulla base di stime personali.
  5. Sebbene sia stato compiuto ogni ragionevole sforzo per assicurare che tutte le fonti del contenuto siano affidabili e che tutte le informazioni siano presentate, per quanto possibile, in modo comprensibile, tempestivo, preciso e completo, Admiral Markets non garantisce l'accuratezza o la completezza di qualsiasi informazione contenuta nell'Analisi.
  6. Qualsiasi tipo di performance passata o modellata di strumenti finanziari indicata all'interno del contenuto non deve essere interpretata come una promessa espressa o implicita, garanzia o implicazione da parte di Admiral Markets per qualsiasi performance futura. Il valore dello strumento finanziario può sia aumentare che diminuire e la conservazione del valore dell'asset non è garantita.
  7. I prodotti con leva finanziaria (inclusi i contratti per differenza) sono di natura speculativa e possono comportare perdite o profitti. Prima di iniziare a fare trading, assicuratevi di aver compreso appieno i rischi connessi.
Roberto Rivero
Roberto Rivero Autore testi finanziari, Admirals, Londra

Roberto ha passato 11 anni a progettare sistemi di trading e decisionali per trader e gestori di fondi e altri 13 anni in S&P, lavorando con investitori professionali.