Il 2020 si è concluso con Wall Street ai massimi storici

Gennaio 04, 2021 13:33

analisi tecnica wall street 2021

Il 2020 sarà ricordato come l'anno del blocco e dell'incertezza dovuta alla crisi globale causata dalla pandemia di Coronavirus iniziata a febbraio. 

La paura e l'incertezza di questa situazione ha causato forti cali nei mercati azionari e nel settore petrolifero a causa delle chiusure avvenute praticamente in tutti i paesi del mondo, generando forti cali del PIL insieme ad una forte distruzione di posti di lavoro in tutto il mondo, anche se la situazione stava migliorando grazie ai diversi programmi di stimolo realizzati da diversi paesi e organizzazioni internazionali per cercare di alleviare questa crisi.

La speranza è arrivata nel mese di novembre, dopo che i risultati positivi dei vaccini in sviluppo sono stati resi pubblici, insieme all'inizio del processo di vaccinazione nel mese di dicembre con l'approvazione della FDA, dell'Unione Europea e del Regno Unito.

Nonostante ciò, la performance positiva dei principali indici borsistici nel 2020, alcuni dei quali hanno raggiunto i massimi storici, è un'altra indicazione del disaccoppiamento tra l'economia reale e i mercati finanziari. Se analizziamo la situazione in modo approfondito, possiamo notare che le economie sono state fortemente influenzate dagli aiuti pubblici, dai bassi tassi di interesse e dalle politiche di iniezione di liquidità attraverso l'acquisto di debito da parte delle banche centrali. Possiamo quindi osservare un drammatico aumento del livello del debito nazionale in vari Paesi, rendendo i livelli di indebitamento molto impegnativi.

D'altra parte, il 2020 ci ha anche lasciato un accordo tra l'UE e il Regno Unito per quanto riguarda il commercio futuro, il che significa che possiamo finalmente porre fine a questo problema che sembrava una storia senza fine dal referendum del Regno Unito nel 2016.

Se ci concentriamo sugli indici statunitensi, possiamo notare che l'anno scorso l'SP500, l'NQ100 e il DJI30 hanno chiuso l'anno con punte record, con aumenti annuali rispettivamente del 15,5%, 43,4% e 6,6%.

Il grande protagonista è stato senza dubbio il NASDAQ, grazie alle forti performance dei titoli tecnologici, come Apple, Amazon e Tesla. A fine marzo, dopo le brusche cadute all'inizio della pandemia, aveva raggiunto i minimi annuali di circa 6.640 punti. Da questo minimo, c'è stato un incredibile rally rialzista che ha portato, non solo a registrare un massimo storico, ma anche a sfiorare i 13.000 punti.

Nonostante i livelli di ipercomprato che possiamo vedere nell'indicatore stocastico, la tendenza al rialzo sembra intatta, con le sue 3 medie mobili al rialzo e il prezzo ripetutamente sostenuto dalla sua media di 18 sessioni in nero. Finché il prezzo non perde il suo precedente livello di resistenza, che ora funge da principale livello di supporto (linea rossa sotto), non ci aspettiamo un'ulteriore correzione.

Fonte: Admiral Markets MetaTrader 5 Supreme Edition piattaforma MetaTrader 5 Supreme Edition grafico giornaliero NQ100 (dal 4 ottobre 2019 al 4 gennaio 2021). Assunto il 4 gennaio 2021. Nota: la performance passata non è un indicatore affidabile dei risultati futuri o della performance futura.

Nel 2016, l'NQ100 è aumentato del 5,89%, nel 2017 del 31,52%, nel 2018 dell'1,04%, nel 2019 del 37,96% e nel 2020 del 43,4%.

Se spostiamo l'attenzione sull'Europa, possiamo vedere come il DAX30 sia cresciuto di circa il 3,6% lo scorso anno, portando l'indice tedesco ai massimi storici. Altri indici, come l'Euro Stoxx, il CAC40, l'IBEX35 e l'FTSE100, hanno perso rispettivamente circa il 5,1%, il 7,1%, il 15,5% e il 14,3%, nonostante abbiano subito forti rialzi anche a seguito delle perdite subite all'inizio della pandemia.

Se guardiamo il grafico giornaliero qui sotto, possiamo notare che la tendenza al rialzo ha preso un nuovo impulso dopo la rottura definitiva del suo precedente livello di resistenza (verde) dal forte movimento laterale che ha preso durante la seconda metà dell'anno. La rottura di questa resistenza l'ha portata a superare il suo precedente massimo storico.

Fonte: Grafico giornaliero DAX30 della piattaforma Admiral Markets MetaTrader 5 Supreme Edition (dal 22 agosto 2019 al 4 gennaio 2021). Assunto il 4 gennaio 2021. Nota: la performance passata non è un indicatore affidabile dei risultati futuri o della performance futura.

Nel 2016 è cresciuto del 6,87%, nel 2017 del 12,51%, nel 2018 ha perso il 18,26%, nel 2019 è cresciuto del 25,48% e nel 2020 è aumentato del 3,6%.

 

Scopri la piattaforma nº1 al mondo

Admiral Markets offre ai trader professionisti la possibilità di fare trading con MetaTrader 5, permettendo di sperimentare il trading ad un livello significativamente più alto e gratificante rispetto a quello di MetaTrader 4. Sperimenta vantaggi come l'aggiunta della Market Heat Map, in modo da poter confrontare le varie coppie di valute per vedere quali potrebbero essere investimenti redditizi, accedere ai dati di trading in tempo reale e molto altro ancora. Clicca il banner qui sotto per iniziare il tuo download GRATUITO di MT5!

apri un conto di trading

 

INFORMAZIONI SUI MATERIALI ANALITICI:

I dati forniti forniscono ulteriori informazioni riguardanti tutte le analisi, le stime, le previsioni, le previsioni, le revisioni di mercato, le prospettive settimanali o altre valutazioni o informazioni simili (di seguito "Analisi") pubblicate sul sito web di Admiral Markets. Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento si prega di prestare molta attenzione a quanto segue:

1.Questa è una comunicazione di marketing. Il contenuto è pubblicato a solo scopo informativo e non deve in alcun modo essere interpretato come un consiglio o una raccomandazione di investimento. Non è stata redatta in conformità con i requisiti di legge volti a promuovere l'indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto di negoziazione prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

2.Ogni decisione di investimento è presa da ciascun cliente da solo, mentre Admiral Markets (Admiral Markets) non sarà responsabile per eventuali perdite o danni derivanti da tali decisioni, basate o meno sul contenuto.

3.Al fine di proteggere gli interessi dei nostri clienti e l'obiettività dell'Analisi, Admiral Markets ha stabilito procedure interne rilevanti per la prevenzione e la gestione dei conflitti di interesse.

4.L'Analisi è preparata da un analista indipendente Jitan Solanki, Collaboratore Freelance (di seguito "Autore") sulla base di stime personali.

5.Mentre viene fatto ogni ragionevole sforzo per assicurare che tutte le fonti del contenuto siano affidabili e che tutte le informazioni siano presentate, per quanto possibile, in modo comprensibile, tempestivo, preciso e completo, Admiral Markets non garantisce l'accuratezza o la completezza delle informazioni contenute nell'Analisi.

6.Qualsiasi tipo di performance passata o modellata degli strumenti finanziari indicati nel contenuto non deve essere interpretata come una promessa, garanzia o implicazione espressa o implicita da parte di Admiral Markets per qualsiasi performance futura. Il valore dello strumento finanziario può sia aumentare che diminuire e la conservazione del valore patrimoniale non è garantita.

7.I prodotti a leva (inclusi i contratti per differenza) sono di natura speculativa e possono comportare perdite o profitti. Prima di iniziare a fare trading, assicuratevi di comprendere appieno i rischi connessi.

 

 

Avatar-Admirals
Admirals
Una soluzione all-in-one per spendere, investire e gestire i tuoi soldi

Più di un broker, Admirals è un hub finanziario, che offre una vasta gamma di prodotti e servizi finanziari. Diamo la possibilità di affrontare la finanza personale attraverso una soluzione all-in-one per investire, spendere e gestire i soldi.