✴️ Conviene investire in azioni Veolia nel 2021❓ [GUIDA]

Marzo 22, 2021 15:23 UTC

Investire nell'acqua è un campo d'investimento che si presenta regolarmente nei mercati finanziari per speculare sulla transizione ecologica.

Con la crescita della popolazione, l'aumento del suo utilizzo e l'erosione dei suoli fertili a causa del riscaldamento globale, l'acqua è diventata una risorsa fondamentale per il funzionamento della società dal punto di vista economico, sanitario e sociale. L'acqua è una risorsa naturale limitata a tal punto che l'oro blu sta diventando un’importante questione geopolitica. Su questo aspetto, è sullo stesso piano dei combustibili fossili (petrolio, gas naturale).

➡️ Come investire nell’acqua? Un modo per investire nell'acqua senza correre rischi eccessivi è quello di usare un sito ETF come il Lyxor World Water UCITS ETF. Ma se si vuole passare per il mercato azionario, ci sono diverse società quotate alla Borsa di Parigi, una di queste è Veolia.

➡️ Sulla carta, investire in azioni Veolia può essere sembrare interessante, dati i suoi driver di crescita e la natura difensiva della maggior parte delle sue attività. Tuttavia, la sua performance sul mercato azionario non è stata all'altezza, al punto che l'azienda francese si è trovata in difficoltà finanziarie durante gli anni 2010.

👉 Quindi conviene investire in azioni Veolia? Lo vedremo analizzando la sua attività, il bilancio finanziario, la storia, i rischi e le opportunità, e poi la cronologia del prezzo delle azioni.

In questo articolo tratteremo dei seguenti argomenti:

Pronto a scoprire tutto su Veolia? Continua a leggere!

Azioni Veolia - Conviene investire in azioni Veolia nel 2021?

▶ Azioni Veolia | Storia di Veolia

Veolia viene ufficialmente creata con il nome di Compagnie Générale des Eaux a seguito di un decreto imperiale di Napoleone III nel 1853, quando ottenne la sua prima concessione di servizio pubblico a Lione.

☑️ Nel 1975, la Compagnie Générale des Eaux diversifica la gestione dei rifiuti concentrandosi sui rifiuti liquidi tossici.

☑️ Nel 1980 acquista diverse società come la Compagnie Générale d'Entreprises Automobiles (CGEA) nei trasporti, che poi è diventata Veolia Transport e Veolia Propreté, e la Compagnie Générale de Chauffe et d'Esys-Montenay, che è diventerà Dalkia.

☑️ Nel maggio 1998, la Compagnie Générale des Eaux assume una nuova dimensione diventando Vivendi sotto l'impulso del suo nuovo presidente e CEO, Jean-Marie Messier.

☑️ Questo cambiamento di nome fu la logica conseguenza dell'entrata della Compagnie Générale des Eaux nel capitale della SGE (Société Générale des Entreprises), la sua partecipazione alla creazione del canale televisivo Canal Plus e la creazione di Cégétel nella telefonia fissa e mobile.

☑️ Vivendi, che voleva concentrarsi solo sulle comunicazioni e l'ambiente, vende le sue partecipazioni in JC Decaux e SGE che diventerà Vinci.

☑️ Nel luglio 2000, Vivendi lancia in borsa la sua filiale Vivendi Environnement. Il titolo Veolia viene incluso nell'indice CAC 40 nell'agosto 2001. Nel 2003, Vivendi Environnement viene rinominata Veolia Environnement e allo stesso tempo, Vivendi vende gradualmente le sue azioni e si ritira completamente nel 2006.

👉 Veolia Environnement è un gruppo che si occupa di acqua, rifiuti, servizi energetici e trasporti. 👈

☑️ Nel 2009, Veolia Environnement acquista Transdev per rafforzare la sua posizione nei trasporti, ma completa la transazione nel marzo 2011. Nove mesi dopo, Transdev viene venduta alla Caisse des Dépôts et Consignations, in seguito a difficoltà finanziarie. Nel 2012 Veolia Environnement diventa Veolia.

☑️ Nel 2014, Veolia e EDF si accordano per condividere Dalkia. La prima mantiene le attività internazionali di Dalkia. La seconda si occupa delle attività francesi. Nello stesso anno, la quotazione delle azioni Veolia sotto forma di titoli ADR (American depositary receipt) alla Borsa di New York viene ritirata.

☑️ Nel 2016, Veolia acquisisce la società statunitense Kurion, specializzata nella bonifica nucleare, e l'attività di specialità chimiche della società statunitense Chemours, per consolidare la sua quota di mercato nella gestione dei rifiuti.

☑️ Nel 2019, Veolia si separa definitivamente da Transdev vendendo la sua piccola quota alla società tedesca Rethmann.

☑️ Nell'aprile 2020, il consiglio di amministrazione di Veolia decide di dimezzare il dividendo previsto da 1 euro a 0,5 euro a seguito della crisi Covid-19.

☑️ Il 30 agosto 2020, Veolia sorprende i mercati finanziari facendo un'offerta a Engie per comprare le sue azioni di Suez e prevede di lanciare un'offerta pubblica di acquisto su Suez per formare una delle principali società ambientali del mondo.

Un mese dopo, Veolia acquista definitivamente le azioni di Engie ma si scontra con lo Stato francese e la stessa Suez per la vendita.

▶️ Veolia Azioni | L'attività di Veolia

✳️ L’attività di Veolia è suddivisa in tre attività distinte:

1️⃣   La gestione dell'acqua è l’attività storica dell'azienda e rappresenta il 41% delle sue entrate. È coinvolta nelle diverse modalità operative del ciclo di gestione dell'acqua: gestione sostenibile delle risorse idriche, raccolta e trasporto dell'acqua, trattamento dell'acqua, ecc.

2️⃣   La gestione dei rifiuti ha un ruolo importante nell'economia circolare locale e rappresenta il 37% delle sue entrate. Si occupa della raccolta dei rifiuti (rifiuti domestici, rifiuti tossici, rifiuti edili, rifiuti commerciali, rifiuti verdi, ecc.), dello smaltimento e del riciclaggio.

3️⃣   La gestione dell'energia che rappresenta il 22% delle sue entrate. Si tratta di un business competitivo per le imprese di costruzione come Vinci, Eiffage e Bouygues. Si occupa di riscaldamento, aria condizionata e ventilazione di edifici pubblici e privati, e della rete elettrica locale attraverso una delle sue filiali, Dalkia.

I clienti di Veolia si dividono tra le autorità pubbliche e il settore industriale e terziario. Le autorità pubbliche includono autorità locali e regionali, istituti di istruzione, istituzioni sanitarie e impianti sportivi aperti al pubblico.

Anche se la Francia è il primo mercato in termini di entrate, con il 20,5%, Veolia è una società internazionale con una presenza in 54 paesi.

L'Europa, esclusa la Francia, rappresenta il 35% delle sue entrate. Il resto del mondo, che comprende Asia, America, Africa e Medio Oriente, rappresenta il 27%. Infine, le attività globali e altre attività rappresentano il 17,5% delle sue entrate.

▶️ Gli azionisti di Veolia

 Essendo Veolia una società altamente strategica, lo Stato francese è presente attraverso la sua filiale La Caisse des Dépôts & Consignations nel capitale con una quota del 6,1%, secondo gli ultimi dati al 30 settembre 2020 sul sito ufficiale della società. È il principale azionista di Veolia.

La più grande società di gestione patrimoniale del mondo, Blackrock è al secondo posto con il 5,1% del capitale. È seguita da Crédit Agricole, il fondo sovrano norvegese, Vanguard Group, State Street, BNP Paribas e Pictet Asset Management. Ognuno di loro possiede tra il 2 e il 3,5% del capitale della società. Gli azionisti individuali e i dipendenti rappresentano rispettivamente il 10,6% e l'1,8% del capitale.

Inizialmente, la presenza dello Stato francese nel capitale di Veolia doveva essere una garanzia di stabilità. Tuttavia, con il passare del tempo, si è rivelato il contrario. È andato controcorrente nella politica strategica dell'azienda, dando la priorità all'aspetto politico rispetto a quello commerciale.

Di conseguenza, gli investitori istituzionali anglosassoni che non amano molto questo modello di gestione preferiscono evitare questo tipo di azioni. Purtroppo, questo riflette la sua mediocre performance sul mercato azionario.

▶️ Cronologia del prezzo delle azioni Veolia

La sua offerta pubblica iniziale nel luglio 2000 con il nome di Vivendi Environnement (diventata Veolia nel 2003) è stata un successo, con un aumento del 53% nei primi dieci mesi. Il titolo Veolia è sceso di quasi il 72% tra maggio 2001 e marzo 2003, quando la bolla dotcom è scoppiata.

Ha recuperato da marzo 2003 in poi, beneficiando del calo dei tassi d'interesse e della ripresa del mercato immobiliare. E quando il settore immobiliare è buono, aumenta il consumo di energia, compresa l'acqua e la gestione dei rifiuti. Inoltre, Veolia beneficiava dell’entusiasmo delle energie rinnovabili in un momento in cui le autorità pubbliche inondavano di sovvenzioni per incoraggiare il loro sviluppo. La performance del titolo è stata impressionante fino a novembre 2007, con un aumento cumulativo del 368% e un massimo storico di circa 66 euro.

La crisi dei subprime, che è durata da luglio 2007 a marzo 2009, doveva essere dannosa per il titolo. Inizialmente, il prezzo delle azioni di Veolia è crollato a tutta velocità del 77% fino a marzo 2009.

In una seconda fase, ha iniziato un aumento che si è rivelato poco convincente, poiché è passato da 15 a 27 euro nei sei mesi successivi, 39 euro in meno rispetto al picco precedente. Vedremo in seguito che la zona di prezzo intorno a €27 si dimostra essere una resistenza difficile da rompere nel lungo termine.

Durante il decennio 2010, il grafico delle azioni Veolia è molto volatile. È segnato da un minimo storico intorno ai 7,5 euro nel novembre 2012. Il trend del titolo Veolia rimane ribassista nel medio e lungo termine.

In seguito, l'evoluzione del titolo Veolia durante questo periodo non ha incoraggiato gli investitori a tornare su questo tema che rimane altamente speculativo e politico.

Questo è dovuto alle difficoltà finanziarie delle sue ex attività di trasporto (da cui la società si è ritirata) e un livello di debito molto alto che preoccupa le agenzie di rating.

Ad oggi, Veolia è riuscita a riprendersi con supporto importante intorno ai 16 euro nonostante la crisi di Covid-19. Questo può essere un segnale positivo a livello tecnico. Sul lato fondamentale, dovremo aspettare per considerare un acquisto buy & hold.

Investire in Veolia - Prova con la piattaforma MT5

▶️ Dividendi e rendimenti di Veolia

Il dividendo di Veolia è stato inizialmente fissato a 1 euro per l'anno fiscale 2019, in aumento di 8 centesimi rispetto al 2018. L'incertezza della crisi Covid-19 sulle sue prospettive di crescita ha costretto l'azienda francese a dividerla per 2 a 0,5 euro.

Se gli azionisti hanno potuto ricevere il dividendo, è stato perché non ha fatto ricorso al sostegno finanziario dello Stato francese. Quest'ultimo ha chiesto in cambio che il dividendo non fosse pagato. La solidità del dividendo di Veolia può essere messa in discussione con un debito di circa 20 miliardi di euro e una capitalizzazione di mercato di 12,5 miliardi di euro.

Tuttavia, il suo rapporto tra debito netto ed EBITDA (Earnings Before Interest, Taxes, Depreciation, and Amortization) è di 3,6. Questo è accettabile per un'azienda ad alta intensità di capitale, purché non superi la soglia massima di 5.

➢ 2015 : 0,73 €

➢ 2016 : 0,8 €

➢ 2017 : 0,84 €

➢ 2018 : 0,92 €

➢ 2019 : 0,5 €

Passando da un titolo di crescita negli anni 2000 a un titolo di valore negli anni 2010, il rendimento di Veolia era relativamente attraente, intorno al 4-5% in media, che è 2-3 volte il tasso di inflazione in Francia e nel Livret A.

➡️ Dopo il taglio del 50% del dividendo dovuto a Covid-19 per l'esercizio 2019, è ora del 2,5%.

➡️ Nei prossimi mesi o trimestri, l'attenzione sarà concentrata sul risultato finale della sua offerta pubblica di acquisto per Suez. Se l'affare andasse in porto, potrebbe meccanicamente portare a un deterioramento del suo debito al punto di mettere in pericolo il suo dividendo.

Analizzeremo questo nei dettagli nella sezione seguente.

▶️ Azioni Veolia | Rischi o opportunità?

Un rendimento in calo. Un dividendo sotto pressione. Un'OPA a rischio sia dal punto di vista operativo che finanziario. Un prezzo delle azioni che ha faticato a riprendersi dopo la crisi dei subprime.

Una partecipazione azionaria in cui lo Stato non ha un atteggiamento pro-business. Un settore regolato dai prezzi che non favorisce il potere dei prezzi. Con tutti questi punti a sfavore, l'opinione sul titolo Veolia tende ad essere pessimista. Negli anni successivi alla crisi dei subprime, Veolia ha sofferto della pressione delle autorità locali per abbassare i prezzi ad ogni rinnovo del contratto. Con il primo mercato in calo, gli investitori sono preoccupati per la mancanza di flusso di cassa negli anni futuri.

Inoltre, a peggiorare le cose, la società francese ha dovuto riorganizzare le sue attività con numerose svalutazioni di attivi nel suo bilancio finanziario, sull'esempio del fallimento della sua filiale Transdev nel settore dei trasporti.

Con un alto livello di debito, la sostenibilità del suo dividendo è in discussione. Nonostante il fatto che il prezzo delle azioni di Veolia si sia moderatamente ripreso dall'ottobre 2012 e una nuova politica strategica, le incertezze rimangono ancora oggi.

La acquisizione di Suez non rassicura di certo gli investitori. La fusione tra il numero uno e il numero due delle aziende ambientali francesi rischia di creare un problema di concorrenza nel suo primo mercato d'elezione.

▷ Il secondo rischio è finanziario. Da un lato, l'operazione sarà probabilmente di diluizione per gli azionisti di Veolia. D'altra parte, il debito aumenterebbe automaticamente. Se aggiungiamo il debito di Suez, arriveremmo a 36 miliardi di euro per una capitalizzazione di 23 miliardi di euro il 29 gennaio 2021.

▷ Il terzo rischio è rappresentato dallo Stato francese che avrà sicuramente l'ultima parola nel decidere l'esito dell'OPA. Infine, Suez ha finora rifiutato l'offerta di acquisto di Veolia, volendo salvaguardare la sua indipendenza.

👉 Quindi dovremmo comprare azioni Veolia nel 2021? È difficile rispondere di sì. Finché i suoi gli aspetti fondamentali intrinseci e le sue prospettive non miglioreranno significativamente, il potenziale delle azioni Veolia sarà basso.

▶️ Perché e come comprare azioni Veolia su Admiral Markets?

✦ La maggior parte degli investitori o dei trader preferisce piazzare un ordine di acquisto con i broker tradizionali.

✦ Tuttavia, è possibile investire in azioni Veolia senza impegnare una grande quantità di capitale utilizzando broker CFD (contratti per differenza) come Admiral Markets Cyprus Ltd.

Autorizzati e regolati dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC), i CFD sono prodotti derivati basati su attività sottostanti come azioni, obbligazioni, materie prime o Forex.

✦ Grazie alla loro flessibilità, possono essere scambiati 24 ore al giorno, sia per comprare che per vendere, con un livello di leva finanziaria di tua scelta. Avvertimento sulla leva: può essere a tuo favore o a sfavore a seconda dello scenario di mercato.

✦ Se va come previsto, non esitare a proteggere i tuoi guadagni secondo la tua gestione del denaro.

✦ Qualunque sia il tuo profilo di trading, è più saggio usare un livello che sia in linea con la tua avversione al rischio per non metterti in una situazione molto difficile sia dal punto di vista finanziario che psicologico.

In caso di difficoltà nell'utilizzo della piattaforma MetaTrader per piazzare un ordine su Veolia, segui la procedura:

1️⃣  Accedi al tuo conto di trading MetaTrader 5.

2️⃣  Vai su Inserisci e poi clicca su Visualizza e poi su Finestra prezzi per visualizzare l’Osservatorio del mercato sulla sinistra.

3️⃣  Vai su Simboli e digita Veolia o #VIE per la quotazione in tempo reale di Parigi nella barra di ricerca

4️⃣  Seleziona l'azione Veolia e clicca su Visualizza simbolo

Infine, se hai a che fare con una società che paga un dividendo come Veolia, il tuo conto sarà accreditato se sei in posizione lunga. Lo pagherai se sei in posizione corta.

Inizia subito con un conto demo gratuito. Ti basta cliccare sul banner qui sotto: 

Investire in Veolia - Prova subito con un conto demo gratuito

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Investire in ETF Oro: come iniziare

Come investire nel Nasdaq 100

Trading forex per principianti

INFORMAZIONI SUL MATERIALE ANALITICO:

I dati presentati forniscono informazioni aggiuntive riguardanti tutte le analisi, stime, prognosi, previsioni, revisioni di mercato, prospettive settimanali o altre valutazioni o informazioni simili (di seguito "Analisi") pubblicate sui siti web delle società di investimento Admiral Markets che operano sotto il marchio Admiral Markets (di seguito "Admiral Markets") Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento si prega di prestare molta attenzione a quanto segue:

  1. Questa è una comunicazione di marketing. Il contenuto è pubblicato solo a scopo informativo e non deve in alcun modo essere interpretato come consiglio o raccomandazione di investimento. Non è stato preparato in conformità con i requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non è soggetto ad alcun divieto di negoziazione prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.
  2. Ogni decisione di investimento è presa da ogni cliente da solo, Admiral Markets non è responsabile per qualsiasi perdita o danno derivante da qualsiasi decisione, basata o meno sul contenuto.
  3. Al fine di proteggere gli interessi dei nostri clienti e l'obiettività dell'analisi, Admiral Markets ha stabilito procedure interne pertinenti per la prevenzione e la gestione dei conflitti di interesse.
  4. L'Analisi è preparata da un analista indipendente (Alberta Gava, di seguito "Autore") sulla base delle sue stime personali.
  5. Sebbene sia stato compiuto ogni ragionevole sforzo per assicurare che tutte le fonti del contenuto siano affidabili e che tutte le informazioni siano presentate, per quanto possibile, in modo comprensibile, tempestivo, preciso e completo, Admiral Markets non garantisce l'accuratezza o la completezza di qualsiasi informazione contenuta nell'Analisi.
  6. Qualsiasi tipo di performance passata o modellata di strumenti finanziari indicata all'interno del contenuto non deve essere interpretata come una promessa, garanzia o implicazione espressa o implicita da parte di Admiral Markets per qualsiasi performance futura. Il valore dello strumento finanziario può sia aumentare che diminuire e la conservazione del valore dell'asset non è garantita.
  7. I prodotti con leva finanziaria (inclusi i contratti per differenza) sono di natura speculativa e possono comportare perdite o profitti. Prima di iniziare a fare trading, assicurati di aver compreso appieno i rischi connessi.
Avatar-Admirals
Admirals
Una soluzione all-in-one per spendere, investire e gestire i tuoi soldi

Più di un broker, Admirals è un hub finanziario, che offre una vasta gamma di prodotti e servizi finanziari. Diamo la possibilità di affrontare la finanza personale attraverso una soluzione all-in-one per investire, spendere e gestire i soldi.