Admiral Markets Group si compone delle seguenti aziende:

Admiral Markets Pty Ltd

Regolamentata dalla Australian Securities and Investments Commission (ASIC)
  • Leva fino a:
    1:500 per clienti retail
  • Protezione dalla volatilità
  • Protezione del saldo negativo sul conto
Sito disponibile solo in inglese
CONTINUA

Admiral Markets UK Ltd

Regolamentato dalla Financial Conduct Authority (FCA)
  • Leva fino a:
    1:30 per clienti retail,
    1:500 per clienti professionali
  • Protezione FSCS
  • Protezione dal saldo negativo
CONTINUA

Admiral Markets Cyprus Ltd

Regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC)
  • Leva fino a:
    1:30 per clienti retail,
    1:500 per clienti professionali
  • Protezione ICF
  • Protezione dal saldo negativo
Sito disponibile solo in inglese
CONTINUA
Attenzione:Se si chiude questa finestra senza scegliere una compagnia si accetta di procedere con la regolamentazione FCA (UK).
Attenzione:Se si chiude questa finestra senza scegliere una compagnia si accetta di procedere con la regolamentazione FCA (UK).
Regolatore fca

Apple comprerà davvero Netflix?

Febbraio 25, 2019 12:15

Due analisti di Citigroup hanno messo i trading desk in massima allerta. In una nota inviata a clienti privati, si comunica che c'è il 40% di probabilità che Apple acquisti Netflix. Inevitabilmente, il prezzo delle azioni di Netflix ha avuto un'impennata di risposta, beneficiando dello scenario creato dal passaparola.

apple netflix

Ma andiamo più in profondità: si tratta solo di pochi dell'opinione di qualche analista o ci sono solide basi dietro queste voci? Netflix che si sta avvicinando ai 100 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato: Apple potrebbe davvero interessarsi al suo acquisto? Ma soprattutto, quali possibilità di trading possiamo cogliere da questa situazione? Scopriamolo!

Il bottino di 245 miliardi di dollari di Apple

La maggior parte dei trader è pienamente consapevole del calo delle entrate di Apple per iPhone. Il 2 gennaio, il CEO di Apple Tim Cook ha avvertito che, per la prima volta in oltre un decennio, l'azienda avrebbe perso le sue stime di fatturato di ben 7 miliardi di dollari. L'azienda sta attivamente cercando di costruire più flussi di reddito.

Nella sua ultima earnings call, Apple ha rivelato che sono seduti su un enorme stock di cassa offshore da 245 miliardi di dollari. Questo ha portato alcuni analisti, come Citigroup e persino JP Morgan, a ipotizzare che Apple potrebbe rimpatriare quei fondi negli Stati Uniti, in quanto le nuove decisioni fiscali imporrebbero solo un tasso del 15,5%, contro il precedente tasso del 35%.

Cosa potrebbero fare con tutto quel denaro contante rimpatriato? Molto probabilmente, fare un acquisto enorme per promuovere gli obiettivi dell'azienda. Tuttavia, mentre gli analisti di Citigroup ritengono che ci sia il 40% di probabilità che l'azienda acquisti Netflix, sarebbe del tutto fuori luogo per il produttore di iPhone. In genere, Apple ama costruire tecnologie o piattaforme in-house, o acquistare aziende più piccole da integrare nella rete.

Detto questo, bisogna ammettere le aziende stanno correndo per entrare nel boom dello streaming online. Con Netflix che scappa con la più grande quota di mercato, nessuna azienda può permettersi di essere esclusa.

La battaglia per lo streaming online

Le azioni di Netflix - la più grande società di streaming del mondo - sono state uno dei titoli più performanti del 2019 finora. Questo è dovuto in gran parte al recente aumento del prezzo di sottoscrizione, data la comparsa di Amazon che sta arrivando ad occupare gran parte del mercato dello streaming online. Anche alcuni nuovi arrivati ai servizi di streaming hanno iniziato a fare grandi passi per guadagnare quote di mercato.

Più significativamente, Disney ha annunciato la fine del suo accordo sui contenuti con Netflix mentre si prepara al lancio del proprio servizio di streaming. Infatti, Disney ha fatto un ulteriore passo avanti acquisendo 21st Century Fox per circa 52 miliardi di dollari in stock. Questo non solo dà loro il controllo degli studi cinematografici e televisivi della 20th Century Fox, ma anche il servizio di streaming online Hulu. Anche se l'accordo è stato approvato dagli azionisti, non si prevede che sarà finalizzato almeno fino al giugno 2019.

Nel frattempo, il servizio di streaming multimediale autonomo di Apple è ancora in fase di sviluppo. Tuttavia, ci sono state segnalazioni che suggeriscono che l'azienda sta pianificando segretamente un servizio di abbonamento di gioco che sarà come un 'Netflix per i giochi' - un mercato enorme e ancora non sfruttato. Considerando che il più grande acquisto di Apple di sempre è stato Beats - per 3 miliardi di dollari, molti partecipanti al mercato dubitano che l'azienda spenda oltre 80 miliardi di dollari per acquistare Netflix.

Il trading di Netflix contro Apple nel 2019

Entrambe le società dispongono di azioni calde in questo momento, il che può aiutare a fornire interessanti opportunità di trading sia per i trader a breve che a lungo termine. Decidere quale azienda e strategia si adatta meglio al tuo portafoglio si riduce ai tuoi processi e alle tue metodologie di trading individuali. Ma vediamo quali ulteriori informazioni possiamo raccogliere dai grafici dei prezzi di entrambe le società:

apple compra netflix

Fonte: Admiral Markets MT5 Supreme Edition, NFLX, Weekly - Gamma di dati: dal 2 aprile 2017, al 13 febbraio 2019, accessibile il 13 febbraio 2019, alle 15:52pm GMT. - Nota bene: i risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri.

Nel grafico settimanale del prezzo delle azioni di Netflix di cui sopra, gli acquirenti sono riusciti a riprendere il controllo dopo aver superato la recente resistenza, come mostrato dalla linea nera. Tutti gli occhi sono puntati ora sui precedenti massimi storici, in quanto i trader potrebbero rimanere rialzisti fino a quel punto.

Apple compra netflix

Fonte: Admiral Markets MT5 Supreme Edition, AAPL, Weekly - Gamma di dati: dal 24 maggio 2015, al 13 febbraio 2019, accessibile il 13 febbraio 2019, alle 15:55pm GMT. - Nota bene: i risultati passati non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri.

Nel grafico settimanale del prezzo delle azioni Apple di cui sopra, gli acquirenti sono recentemente tornati sul mercato dopo aver trovato supporto sulla linea orizzontale nera. A differenza di Netflix, c'è ancora molto da fare prima che Apple raggiunga il suo precedente livello di prezzo massimo. Tuttavia, per i trader che credono nel futuro dei prodotti Apple, questo potrebbe rappresentare un rischio interessante per premiare lo scenario.

Conclusione

Entrambe le azioni sembrano essere interessanti in questo momento. Il trading con i CFD su azioni offre alcuni vantaggi chiave, consentendo al contempo l'uso di impostazioni avanzate di protezione dalla volatilità. Che si tratti di Netflix o Apple, è essenziale avere gli strumenti giusti.

apple compra netflix trading

I dati forniti forniscono informazioni aggiuntive in merito a tutte le analisi, stime, previsioni, previsioni o altre valutazioni o informazioni analoghe (di seguito "Analisi") pubblicate sul sito web di Admiral Markets. Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento si prega di prestare particolare attenzione a quanto segue:

  1. Le analisi sono pubblicate a solo scopo informativo e non possono né devono in alcun modo essere interpretate come consigli o raccomandazioni di investimento.
  2. Qualsiasi decisione di investimento è presa da ciascun cliente da solo, Admiral Markets non é responsabile per eventuali perdite o danni derivanti da tali decisioni, basate o meno sull'Analisi.
  3. Ciascuna delle Analisi è preparata da un analista indipendente (Jitan Solanki, Collaboratore Freelance) sulla base di stime personali.
  4. Per garantire che gli interessi dei clienti siano protetti e che l'obiettività dell'analisi non venga danneggiata, Admiral Markets ha stabilito procedure interne rilevanti per la prevenzione e la gestione dei conflitti di interesse.
  5. Sebbene sia stato fatto ogni ragionevole sforzo per assicurare che tutte le fonti dell'Analisi siano affidabili e che tutte le informazioni siano presentate, per quanto possibile, in modo comprensibile, tempestivo, preciso e completo, Admiral Markets non garantisce l'accuratezza o la completezza delle informazioni contenute nell'Analisi. I dati presentati si riferiscono a qualsiasi performance passata non è un indicatore affidabile dei risultati futuri.
  6. Il contenuto dell'Analisi non deve essere interpretato come una promessa, espressa o implicita, di garanzia o implicazione da parte di Admiral Markets che il cliente trarrà profitto dalle strategie ivi contenute o che le perdite ad esse connesse potranno o saranno limitate.
  7. Qualsiasi tipo di performance precedente o modellata degli strumenti finanziari indicati nella Pubblicazione non deve essere interpretata come promessa, garanzia o implicazione espressa o implicita da parte di Admiral Markets per qualsiasi performance futura. Il valore dello strumento finanziario può aumentare o diminuire e il mantenimento del valore del bene non è garantito.
  8. Le proiezioni incluse nell'Analisi possono essere soggette a commissioni, tasse o altri oneri aggiuntivi, a seconda dell'oggetto della Pubblicazione. Il listino prezzi applicabile ai servizi forniti da Admiral Markets è disponibile al pubblico sul sito web di Admiral Markets.
  9. I prodotti a leva (compresi i contratti per differenza) sono di natura speculativa e possono determinare perdite o profitti. Prima di iniziare a fare trading, è necessario assicurarsi di aver compreso tutti i rischi.

Avvertenze di rischio

I CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdere rapidamente denaro a causa della leva finanziaria. L` 85% dei conti dei trader retail perdono soldi quando operano CFD con questo fornitore.. Si dovrebbe considerare se si capisce il funzionamento dei CFD e se ci si può permettere di assumersi l`alto rischio di perdere i propri soldi.