ETF vs Fondo indicizzato: Qual è la differenza?

Giugno 07, 2021 11:52 Europe/Rome
Tempo di lettura: 12 minuti

Se hai familiarità con il mondo degli investimenti, allora potresti aver già incontrato i termini "ETF" e "fondo indicizzato". Ma hai capito cosa sono e qual è la differenza tra loro?

In questo articolo, analizzeremo la differenza tra un ETF e un fondo indicizzato, discuteremo quale potrebbe essere più adatto a te e ti spiegheremo come puoi iniziare a investire in ETF con Admirals (ex Admiral Markets)!

ETF e Fondi indicizzati spiegati

Gli ETF (Exchange-Traded Funds) sono una tipologia di fondi d'investimento che cerca di replicare un'economia, un settore o un indice sottostante. Raggiunge questo obiettivo investendo in un paniere di attività, come azioni e obbligazioni.

I fondi indicizzati sono progettati per seguire il valore di un indice di mercato, come il FTSE100 o lo S&P 500. Per raggiungere questo obiettivo, il fondo acquista azioni delle società di cui è composto il suo indice sottostante e quindi imita la performance di quell'indice.

Le analogie

Subito, da queste semplici definizioni, possiamo vedere alcuni parallelismi tra i due. Entrambi mirano a rispecchiare un mercato sottostante ed entrambi raggiungono questo obiettivo raccogliendo il denaro degli investitori per acquistare un paniere di titoli.

Questa qualità condivisa di investire in un paniere di titoli offre una diversificazione istantanea su un gran numero di titoli, che riduce notevolmente il rischio dell'investitore - una parte importante della gestione del rischio.

Inoltre, possiamo classificarli entrambi come veicoli d'investimento passivi, al contrario di un fondo gestito attivamente. Gli investimenti passivi cercano di seguire la performance del loro mercato sottostante, mentre i fondi gestiti attivamente cercano di sovraperformare il mercato. In quanto tali, i fondi gestiti attivamente sono associati a commissioni più alte, poiché hanno costi più elevati, compresi i costosi gestori di fondi.

È estremamente raro che i fondi attivi battano il mercato in modo consistente nel lungo periodo, ed è per questo che i veicoli di investimento passivi, con le loro commissioni più basse, sono diventati così popolari.

Webinar di Trading di Admirals

Sei interessato a saperne di più sul trading e sugli investimenti? Perché non registrarsi a uno dei nostri webinar? Ad Admirals, forniamo webinar di trading ogni giorno dal lunedì al venerdì. Queste sessioni dal vivo sono condotte da trader professionisti e sono assolutamente gratuite! Clicca il banner qui sotto per vedere il prossimo programma e iscriviti a un webinar oggi stesso:

ETF vs Fondo indicizzato: Le principali differenze

Nonostante le strette somiglianze tra questi due tipi di fondi, ci sono alcune differenze nel loro funzionamento, che giocheranno un ruolo nel decidere quale sia l'investimento più adatto a te. Nelle sezioni seguenti, daremo uno sguardo ad alcune di queste differenze chiave.

1) Tipi di mercato

La prima grande differenza tra i due è il tipo di mercato disponibile per l'investimento.

Come suggerisce il nome, un fondo indicizzato segue semplicemente uno specifico indice del mercato sottostante, come il FTSE100.

D'altra parte, mentre la maggior parte degli ETF sono anch'essi basati su un indice, ci sono molti altri tipi di ETF che sono progettati per seguire altri mercati o settori dell'economia. Per esempio:

- ETF su materie prime - tracciano la performance di una singola materia prima, come l'oro o il petrolio greggio, o la performance di un insieme di materie prime, come i metalli preziosi.

- ETF settoriali - tracciano singoli settori dell'economia, come l'assistenza sanitaria o il settore immobiliare.

- ETF valutari - tracciano il valore di un paniere di valute estere

- ETF obbligazionari - tracciano la performance di un particolare mercato obbligazionario

 

2) Come sono negoziati

Gli ETF sono quotati in borsa e possono essere scambiati tutto il giorno, proprio come le azioni, durante le ore in cui il mercato è aperto. Tuttavia, i fondi indicizzati vengono scambiati solo dopo la chiusura del mercato, quando il prezzo per azione del fondo - o più precisamente, il Net Asset Value (NAV) - viene stabilito e fissato a questo livello per gli investitori che desiderano entrare o uscire dal fondo.

Questa maggiore flessibilità degli ETF permette ai trader di entrare o uscire dalla loro posizione nel corso della giornata per catturare qualsiasi potenziale movimento di prezzo intraday positivo o, al contrario, cercare di evitare quelli negativi.

Pertanto, se preferisci uno stile di trading più pratico, un ETF potrebbe essere più adatto a te.

3) Liquidità

Il fatto che gli ETF siano scambiati come le azioni produce alcune differenze tra un ETF e un fondo indicizzato, la prima delle quali è la liquidità.

La liquidità è la misura della facilità con cui una posizione può essere convertita in denaro. Gli ETF popolari con un alto volume di scambi beneficeranno di un'alta liquidità, il che significa che è possibile entrare e uscire dalle posizioni facilmente.

Tuttavia, gli ETF non popolari possono soffrire di illiquidità, il che significa che può essere più difficile aprire o chiudere una posizione. Questo perché con gli ETF, come con le azioni, per aprire una posizione o per liquidarne una, si dipende dalla corrispondenza con un altro partecipante al mercato che desidera effettuare la transazione opposta. Se non c'è una controparte disponibile, si può finire bloccati con un ETF per più tempo di quello che si voleva.

I fondi indicizzati, d'altra parte, anche se è possibile entrare o uscire solo alla chiusura del mercato, non fanno affidamento su una controparte per le transazioni. I gestori dei fondi tendono invece a tenere una percentuale del totale degli investimenti in contanti per liquidare una posizione dell'investitore se lo desiderano.

Questo può presentare un problema se troppi investitori cercano di liquidare le loro partecipazioni allo stesso tempo, in quanto il gestore del fondo dovrà svincolare alcune delle sue posizioni in titoli per facilitare queste richieste.

4) Commissioni e investimenti minimi

In termini di commissioni di gestione annuali, note come expense ratio, gli ETF tendono ad avere un leggero vantaggio. Anche se questa differenza si è ridotta negli ultimi anni e dipende dal fondo in questione.

Tuttavia, dato che gli ETF sono scambiati in borsa, di solito sono soggetti alla commissione di un broker che varia da broker a broker.

I fondi indicizzati tendono ad avere un importo fisso di investimento minimo che è tipicamente verso l'alto di 2.000 dollari. Tuttavia, un numero crescente di gestori di fondi indicizzati sta iniziando ad offrire fondi senza minimi. Gli ETF non hanno alcun requisito di investimento minimo, è possibile acquistare un ETF per il costo di una quota che varia a seconda dell'ETF in questione.

Fai trading senza rischi con un conto demo Admirals

I trader che scelgono Admirals possono fare trading senza rischi usando un conto demo! Un conto demo è il luogo perfetto per un trader principiante per iniziare o per un trader esperto per perfezionare una nuova strategia senza rischiare il proprio capitale. Clicca il banner qui sotto per aprire il tuo conto gratuito oggi stesso!

5) Domanda e offerta vs. NAV

Come menzionato sopra, il prezzo per azione di un fondo indice è noto come il NAV e viene fissato alla chiusura di ogni giorno di negoziazione. Il NAV è calcolato dividendo il valore totale di tutti i contanti e titoli detenuti dal fondo, meno le passività, per il numero di azioni in circolazione.

Quindi, il prezzo delle azioni del fondo riflette il valore di quel fondo alla fine del giorno di negoziazione.

D'altra parte, il prezzo delle singole azioni dell'ETF è determinato dalla domanda e dall'offerta del mercato e fluttua di conseguenza durante la giornata di negoziazione.

Pertanto, se un ETF è così ricercato che la domanda supera l'offerta, potrebbe temporaneamente essere scambiato a un prezzo che è effettivamente superiore al suo NAV. Al contrario, un ETF impopolare potrebbe essere scambiato a un prezzo inferiore al suo NAV.

Anche se questo può causare il mispricing dell'ETF, di solito dura solo brevemente, rendendolo difficile da sfruttare per i trader. Questo perché gli ETF utilizzano un meccanismo di riscatto che mira a mantenere il valore di mercato di un ETF e il suo NAV il più vicino possibile, creando e riscattando azioni per correggere eventuali squilibri.

6) Efficienza tributaria

Gli ETF e i fondi indicizzati godono entrambi di una buona efficienza tributaria, ma gli ETF sono in vantaggio. Questo perché gli ETF non comprano o vendono spesso titoli. Quando un investitore vuole sciogliere la sua posizione, la vende semplicemente sul mercato azionario.

In alternativa, se un investitore di fondi indicizzati desidera liquidare la sua posizione nel fondo, il gestore del fondo può avere bisogno di vendere titoli per realizzare la liquidità necessaria per pagare l'investitore. Questa più frequente vendita di titoli si traduce in maggiori guadagni di capitale e le relative tasse per tutti coloro che continuano a detenere una posizione nel fondo indicizzato.

Qual è il migliore per me?

In generale, se si preferisce un investimento minimo più basso e un'esperienza di trading più pratica, gli ETF sono probabilmente la scelta migliore. Tuttavia, questo non significa che non sia vero anche il contrario.

Quando si tratta di scegliere tra un ETF e un fondo indicizzato, non c'è una risposta univoca alla domanda su quale sia "migliore". L'investitore intelligente li prenderà in considerazione entrambi, poiché dipende molto dalle specifiche del fondo in questione. Come per molte decisioni di investimento, la decisione si riduce a quale opzione è più conveniente.

Come acquistare ETF con Admirals

Con un conto Invest.MT5 di Admirals, puoi comprare azioni ed ETF da 15 delle più grandi borse del mondo! Puoi iniziare seguendo questi passaggi:

  1. Seleziona " Apri un nuovo conto live" e seleziona "Investire".
  2. Compila le informazioni richieste che includono i dati di contatto, le informazioni fiscali e il numero di passaporto
  3. Verifica la tua identità caricando i documenti richiesti

Una volta completata la tua domanda, questa sarà esaminata da Admirals e ti sarà notificato il risultato via email. Se la tua domanda sarà andata a buon fine, riceverai anche i dettagli del tuo account via email.

👉Guarda questo video per approfondire la tua conoscenza delle possibile strategie di trading con Admirals!

Per investire nel tuo primo ETF dovrai:

  1. Scaricare la rinomata piattaforma di trading MetaTrader 5
  2. Accedere alla piattaforma di trading utilizzando i dati del tuo conto
  3. Apri la scheda Market Watch premendo Control + M (se non è già visualizzata sul lato sinistro) e poi premi Control + U per aprire la finestra Symbols, come mostrato di seguito. Da qui, puoi cercare l'ETF che desideri acquistare, premere "Mostra simbolo" e poi cliccare "OK".

Raffigurato: Admirals MetaTrader 5 - Simboli

  1. Torna alla scheda Market Watch e trova il simbolo che hai aggiunto, clicca con il tasto destro su di esso e seleziona 'Chart Window'.

Raffigurato: Admirals MetaTrader 5 - Vanguard S&P 500 UCITS ETF Grafico giornaliero. Intervallo di date: 21 gennaio 2020 - 18 marzo 2021. Data catturata: 18 marzo 2021. La performance passata non è necessariamente un'indicazione della performance futura.

  1. Per investire nell'ETF scelto, clicca con il tasto destro del mouse su un punto qualsiasi del grafico, seleziona "Trading" e "Nuovo ordine". Inserisci il tipo di ordine che vuoi creare, il volume e uno stop loss e take profit se necessario.

Raffigurato: Admirals MetaTrader 5 – Nuovo Ordine

Investi con Admirals

Oltre ad essere in grado di acquistare azioni ed ETF da 15 delle più grandi borse del mondo, gli investitori che scelgono un conto Invest.MT5 di Admirals beneficiano di quanto segue:

  • Apertura di un conto con un deposito minimo di solo €1
  • Uso gratuito del nostro nuovo strumento, Premium Analytics, che fornisce agli investitori tutte le ultime informazioni di mercato in una posizione di facile accesso
  • Uso gratuito della piattaforma di trading multi-asset numero uno al mondo, MetaTrader 5
  • La possibilità di creare un reddito passivo attraverso la raccolta di dividendi

Per saperne di più e aprire un conto oggi, clicca sul banner qui sotto!

Admirals

Admirals è un broker Forex e CFD pluripremiato e regolamentato a livello globale, che offre trading su oltre 8.000 strumenti finanziari attraverso le piattaforme di trading più popolari al mondo: MetaTrader 4 e MetaTrader 5. Inizia a fare trading oggi!

Questo materiale non contiene e non deve essere interpretato come un consiglio di investimento, raccomandazioni di investimento, un'offerta o una sollecitazione per qualsiasi transazione in strumenti finanziari. Si prega di notare che tale analisi di trading non è un indicatore affidabile per qualsiasi performance attuale o futura, in quanto le circostanze possono cambiare nel tempo. Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento, si dovrebbe chiedere consiglio a consulenti finanziari indipendenti per assicurarsi di comprendere i rischi.

Avatar-Admirals
Admirals Una soluzione all-in-one per spendere, investire e gestire i tuoi soldi

Più di un broker, Admirals è un hub finanziario, che offre una vasta gamma di prodotti e servizi finanziari. Diamo la possibilità di affrontare la finanza personale attraverso una soluzione all-in-one per investire, spendere e gestire i soldi.