Utilizziamo i cookies per offrirti la migliore esperienza possibile sulla nostra pagina web. Continuando la navigazione su questo sito, dai il consenso all`utilizzo dei cookie. Per ulteriori dettagli, tra cui come modificare le proprie preferenze, si prega di leggere Informativa sulla Privacy.
Ulteriori Informazioni Accetto

Il dollaro USA si riduce ai minimi bimensili

Ottobre 26, 2020 12:58

analisi fondamentale settimanale

USD

La scorsa settimana l'indice del dollaro USA è sceso al di sotto della sua media mobile a 50 giorni e ha raggiunto il livello più basso dall'inizio di settembre.

I dati economici statunitensi sono stati contrastanti.

  • Il mercato immobiliare secondario del Paese ha mostrato un'attività estremamente elevata, con vendite a settembre che hanno raggiunto i 6,54 milioni all'anno, il livello più alto degli ultimi dieci anni.
  • Il prezzo medio delle case vendute è stato di 312 mila USD ed è aumentato del 15% su base annua, principalmente a causa del basso stock di case vendute sul mercato.
  • L'indice di acquisto preliminare per i manager del settore industriale è sceso a 53,3 punti, così come il segmento dei servizi è sceso a 52,3, suggerendo un calo di ottimismo tra gli operatori economici per i prossimi mesi.

Il numero di nuovi disoccupati è sceso da 0,90 a 0,79 milioni alla settimana.

Il Coronavirus mostra un'ulteriore rapida diffusione nel mondo e il numero di nuovi casi ha nuovamente stabilito un record:

  • Il numero di casi negli Stati Uniti è salito bruscamente da 54 a 68 mila al giorno, sulla base di una media di 7 giorni, ed è tornato ad un massimo storico
  • Nella maggior parte dei casi, la California ha superato il Texas
  • In India, la diffusione del virus ha continuato a rallentare e la media settimanale è scesa da 65 a 53 mila contagi
  • In Brasile, il numero medio di nuovi casi si è stabilizzato a 22 mila al giorno
  • La Russia ha visto un'ulteriore crescita da 14 a 16 mila al giorno.

In Europa la situazione è peggiorata rapidamente, con 20mila nuovi casi in Spagna e in Italia e ben 40mila in Francia.

Euro

La coppia valutaria principale EUR/USD si è rafforzata fino a raggiungere il livello di 1.185 e ha chiuso la settimana al di sopra della media mobile di 50 giorni. I risultati effettivi non sono stati inclusi nell'elenco degli indicatori economici - per lo più includevano i dati del sentiment e dei sondaggi.

L'indice PMI manifatturiero è salito leggermente a 54,4 punti, ma i servizi hanno registrato un calo in territorio negativo a 46,2 punti, indicando un deterioramento della situazione dovuto alla diffusione del virus. L'indice europeo di fiducia dei consumatori è stato di -15,5 e si è mantenuto al livello più basso della pandemia e non mostra segni di ripresa.

La coppia EUR/USD ha chiuso la settimana apprezzando un +1,2%.

JPY

La coppia asiatica più importante, USD/JPY, si è svalutata ai minimi di settembre. I dati economici includono i volumi delle esportazioni a settembre, che sono scesi del -4,9% su base annua e si stanno gradualmente riprendendo dai minimi della pandemia. Il tasso d'inflazione annuale si è leggermente ripreso e si è attestato su un livello neutro dello 0,0%, il che significa che la pressione sulla banca centrale del Paese rimane. Gli indici PMI preliminari del settore manifatturiero e dei servizi sono rimasti in territorio negativo, raggiungendo rispettivamente 48,0 e 46,6 punti.

USD/JPY ha chiuso la settimana con un deprezzamento del -0,7%.

GBP

La sterlina britannica si è rafforzata rispetto al dollaro statunitense. I dati economici comprendono un'inflazione annua dello 0,5% e un aumento delle vendite al dettaglio del 4,7% su base annua.

La sterlina/Dollaro USA ha chiuso la settimana apprezzando un +1,0%.

Eventi economici

Questa settimana inizierà con l'indice tedesco Ifo Business Climate Index, seguito dal lancio di nuove vendite di case negli Stati Uniti:

  • Martedì: I dati relativi agli ordini di beni durevoli negli Stati Uniti e gli indicatori di fiducia dei consumatori del Paese
  • Mercoledì: Nessun dato importante previsto per mercoledì
  • Giovedì: Saranno annunciate le vendite al dettaglio del Giappone e la decisione di politica monetaria della banca centrale del paese.
    • Successivamente saranno resi noti i risultati del mercato del lavoro tedesco e la decisione della Banca Centrale Europea sul regime di interessi e incentivi.
    • Inoltre, saranno annunciati i dati economici preliminari del terzo trimestre degli Stati Uniti.

I dati preliminari per il terzo trimestre dell'economia tedesca e i dati preliminari sull'inflazione in Europa per il mese di ottobre sono attesi per venerdì.

Secondo Admiral Markets, i dati sul sentiment di mercato:

  • il 19% degli investitori ha posizioni lunghe nella coppia EUR/USD (-38 punti percentuali in meno rispetto ai dati della settimana scorsa)
  • Nella principale coppia asiatica USD/JPY, il 55% degli investitori ha posizioni lunghe (in calo di -9 punti percentuali)
  • Nella coppia GBP/USD, il 39% dei partecipanti prevede un aumento (-12 punti percentuali in meno)

Tali dati di mercato sono interpretati come controindicativi, per cui si prevede un aumento di EUR/USD e GBP/USD e un calo di USD/JPY. L'analisi dei dati di posizionamento deve essere combinata con le proiezioni fondamentali e l'analisi tecnica.

Fonti: bloomberg.com, reuters.com, Admiral Markets MT4 Supreme Edition, investing.com

Scopri la piattaforma #1 al mondo!

Admiral Markets offre ai trader professionisti la possibilità di fare trading con MetaTrader 5, permettendo di sperimentare il trading ad un livello significativamente più alto e gratificante rispetto a quello di MetaTrader 4. Sperimenta vantaggi come l'aggiunta della Market Heat Map, in modo da poter confrontare le varie coppie di valute per vedere quali potrebbero essere investimenti redditizi, accedere ai dati di trading in tempo reale e molto altro ancora. Clicca il banner qui sotto per iniziare il tuo download GRATUITO di MT5!

Attenzione: I dati forniti forniscono ulteriori informazioni riguardanti tutte le analisi, stime, prognosi, previsioni o altre valutazioni o informazioni simili (di seguito "Analisi") pubblicate sul sito web di Admiral Markets. Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento si prega di prestare particolare attenzione a quanto segue:

  1. Questa è una comunicazione di marketing. L'analisi è pubblicata a solo scopo informativo e non deve in alcun modo essere interpretata come consulenza o raccomandazione di investimento. Non è stata redatta in conformità con i requisiti di legge volti a promuovere l'indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto di negoziazione prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.
  2. Ogni decisione di investimento è presa da ciascun cliente da solo, mentre Admiral Markets non sarà responsabile di eventuali perdite o danni derivanti da tali decisioni, basate o meno sull'Analisi.
  3. Ciascuna delle Analisi è preparata da un analista indipendente sulla base delle stime personali dell'Autore.
  4. Per assicurare che gli interessi dei clienti siano protetti e che l'obiettività dell'Analisi non venga danneggiata, Admiral Markets ha stabilito delle procedure interne rilevanti per la prevenzione e la gestione dei conflitti di interesse.
  5. Mentre viene fatto ogni ragionevole sforzo per assicurare che tutte le fonti dell'Analisi siano affidabili e che tutte le informazioni siano presentate, per quanto possibile, in modo comprensibile, tempestivo, preciso e completo, Admiral Markets non garantisce l'accuratezza o la completezza delle informazioni contenute nell'Analisi. Le cifre presentate che si riferiscono a qualsiasi performance passata non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri.
  6. Il contenuto dell'Analisi non deve essere interpretato come una promessa, garanzia o implicazione espressa o implicita da parte di Admiral Markets che il cliente trarrà profitto dalle strategie in essa contenute o che le perdite in relazione ad esse potranno o saranno limitate.
  7. Qualsiasi tipo di performance precedente o modellata degli strumenti finanziari indicati nella Pubblicazione non deve essere interpretata come una promessa, garanzia o implicazione espressa o implicita da parte di Admiral Markets per qualsiasi performance futura. Il valore dello strumento finanziario può sia aumentare che diminuire e la conservazione del valore patrimoniale non è garantita.
  8. Le proiezioni incluse nell'Analisi possono essere soggette a commissioni aggiuntive, tasse o altri oneri, a seconda dell'oggetto della Pubblicazione. Il listino prezzi applicabile ai servizi forniti da Admiral Markets è disponibile al pubblico sul sito web di Admiral Markets.
  9. I prodotti a leva (inclusi i contratti per differenza) sono di natura speculativa e possono comportare perdite o profitti. Prima di iniziare a fare trading, è necessario assicurarsi di aver compreso tutti i rischi.

Avvertenze di rischio

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 77% dei conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.