ETF vs Fondi comuni: Qual è la differenza?

Agosto 17, 2021 20:22 Europe/Rome
Tempo di lettura: 14 minuti

Quando si tratta del mondo del trading e degli investimenti, i partecipanti al mercato si trovano di fronte a una scelta a volte eccessiva di strumenti finanziari tra cui scegliere. Gli Exchange-Traded Funds (ETF) e i fondi comuni sono due di questi strumenti a disposizione degli investitori.

All'osservatore casuale, potrebbe non sembrare che ci sia una notevole differenza tra questi due tipi di fondi. Tuttavia, ci sono differenze chiave di cui si dovrebbe essere consapevoli prima di decidere di investire il proprio denaro in uno dei due. In questo articolo, spiegheremo le differenze tra un ETF e un fondo comune. Guarderemo entrambi in dettaglio, i loro vantaggi e svantaggi e quale potrebbe essere l'opzione migliore per te.

ETF: cosa sono?

Un ETF è un tipo di titolo progettato per seguire passivamente un indice, un'economia, un settore o qualsiasi altro bene sottostante. Gli ETF raggiungono questo obiettivo utilizzando il denaro degli investitori per acquistare un paniere di titoli, come azioni e obbligazioni.

Essere gestito passivamente significa che, a differenza di un fondo gestito attivamente, che cerca di sovraperformare il mercato, un ETF cerca semplicemente di rispecchiare il suo mercato sottostante.

La caratteristica principale di un ETF che lo distingue dagli altri fondi è che sono scambiati in borsa proprio come le azioni di una società. Ciò significa che un investitore può comprare o vendere azioni dell'ETF durante tutta la giornata di negoziazione, a condizione che ci sia una controparte disponibile.

Questa caratteristica di essere comprati e venduti in borsa significa che il prezzo di mercato è determinato dai livelli attuali di domanda e offerta ed è, quindi, fluttuante durante la giornata di negoziazione.

Tuttavia, i fornitori di ETF vogliono che il valore corrente di mercato delle azioni dell'ETF rifletta accuratamente il valore patrimoniale netto (NAV) del portafoglio del fondo in ogni momento. Per fare questo, viene impiegata una sofisticata programmazione informatica che crea e riscatta le azioni dell'ETF al fine di influenzare il prezzo corrente.

Per esempio, se il prezzo è troppo basso, le azioni dell'ETF saranno rimborsate, diminuendo l'offerta e, quindi, aumentando il prezzo. D'altra parte, se il prezzo è troppo basso, il programma del computer creerà più azioni dell'ETF, aumentando l'offerta e forzando il prezzo di mercato verso il basso.

Tipologie di ETF

Come menzionato sopra, un ETF può essere creato per tracciare qualsiasi attività finanziaria o gruppo di attività. Di seguito elencheremo alcuni dei tipi più popolari di ETF e un esempio per ciascuno di essi:

- ETF indice - cercano di replicare la performance di uno specifico indice di mercato, come il FTSE100 o lo S&P 500

- Per esempio Vanguard S&P 500 UCITS ETF (VUSA)

- ETF industriali - tracciano la performance di una specifica industria o settore

- Ad es. iShares Oil & Gas Exploration & Production UCITS USD Acc ETF (IOGP)

- ETF valutari - tentano di tracciare la performance di una valuta o di un paniere di valute

- Ad esempio PowerShares DB US Dollar Index Bullish Fund ETF CFD (#UUP)

- ETF obbligazionari - cercano di rispecchiare la performance di un mercato obbligazionario       

- Per esempio iShares JP Morgan EM Local Government Bond UCITS ETF (IEML)

- ETF su materie prime - tracciano la performance di una materia prima o di un gruppo di materie prime

- Per esempio iShares Gold Trust ETF CFD (#IAU)

Webinar di trading da Admirals

Sei interessato ad imparare il trading e gli investimenti da professionisti? Ad Admirals (ex Admiral Markets), ospitiamo webinar di trading dal vivo ogni giorno dal lunedì al venerdì, assolutamente gratuiti! Per vedere il prossimo programma e registrarsi ad un webinar, clicca il banner qui sotto:

Fondi comuni di investimento: cosa sono?

Come gli ETF, i fondi comuni utilizzano un paniere di capitali degli investitori per acquisire un portafoglio di titoli. I fondi comuni possono essere gestiti passivamente per seguire un mercato sottostante e, infatti, questi tipi di fondi "tracker" sono aumentati significativamente in popolarità negli ultimi anni, poiché gli investitori si rendono sempre più conto che è difficile per un fondo sovraperformare costantemente il mercato.

Tuttavia, tradizionalmente i fondi comuni sono per lo più gestiti attivamente, il che significa che i manager che gestiscono il fondo selezionano il loro portafoglio con l'obiettivo di cercare di sovraperformare il mercato. Questa qualità di essere gestiti attivamente aumenta notevolmente la quantità di lavoro necessario per gestire il fondo che, naturalmente, si traduce in commissioni più elevate per gli investitori rispetto a un portafoglio gestito passivamente.

Quando si entra in un fondo comune, si acquistano le proprie azioni, o quote, dalla società che gestisce il fondo. Questo può essere fatto direttamente o attraverso una società di intermediazione terza. A differenza degli ETF, il prezzo di un fondo comune è fissato solo una volta al giorno, alla chiusura del mercato, quando il NAV del fondo è stabilito dividendo il valore netto delle partecipazioni del fondo per il numero di quote in circolazione.

Gli investitori che desiderano acquistare azioni del fondo le compreranno a questo prezzo e lo stesso vale per quelli che desiderano vendere le loro azioni - che saranno riassorbite nel fondo.

Tipologie di Fondi Comuni

Ci sono molti tipi diversi di fondi comuni di investimento, progettati per soddisfare diversi investitori in base ai loro obiettivi e alla loro propensione al rischio e di seguito evidenzieremo alcuni dei più popolari:

- Fondi azionari    

Come suggerisce il nome, questi sono fondi che si concentrano sull'acquisizione di azioni di società. I fondi azionari costituiscono la maggior parte dei fondi comuni e possono essere ulteriormente differenziati dai tipi di azioni che acquistano. Per esempio, alcuni fondi si concentrano solo su società con grande capitalizzazione di mercato.

- Fondi a reddito fisso

Ancora una volta, come implicito nel nome, i fondi a reddito fisso acquistano strumenti di debito, come obbligazioni governative e societarie, che forniscono un reddito fisso. Un fondo a reddito fisso gestito attivamente avrà come obiettivo obbligazioni sottovalutate da vendere per ottenere un profitto.

- Fondi del mercato monetario

Questi fondi investono in strumenti di debito a breve termine e a basso rischio, come i titoli di stato e i buoni del tesoro.

- Fondi bilanciati

Questi fondi investono in una miscela di diverse classi di attività, aumentando la loro esposizione a diversi mercati e quindi cercando un equilibrio tra rischio e ricompensa. I fondi aggressivi terranno più azioni che strumenti di debito, mentre i fondi conservativi terranno più strumenti di debito e meno azioni.

ETF vs Fondi comuni: Qual è lo strumento migliore?

Ora dovresti avere più familiarità con ETF e fondi comuni, ma quando si tratta di scegliere tra un ETF e un fondo comune, quale opzione è migliore?

Purtroppo non esiste una risposta definitiva a questa domanda. Ogni scelta ha la sua lista di vantaggi e svantaggi e, alla fine della giornata, l'opzione migliore dipende interamente dalla persona che fa la domanda.

Abbiamo già fornito una panoramica di entrambi gli investimenti, ora daremo uno sguardo più da vicino ad alcune delle principali somiglianze e differenze per aiutare a decidere quale sia meglio tra un ETF e un fondo comune.

Quale comporta più rischi?

Tutti gli investimenti comportano il rischio di perdere il proprio denaro e sia gli ETF che i fondi comuni non fanno eccezione.

Sia gli ETF che i fondi comuni offrono agli investitori una diversificazione istantanea su una gamma di attività diverse, con fondi che detengono centinaia o a volte migliaia di titoli individuali diversi.

La diversificazione è vista come una parte fondamentale di una buona gestione del rischio, in quanto impedisce agli investitori di mettere "tutte le uova in un solo cesto". In questo senso, gli investimenti in ETF e fondi comuni possono essere visti entrambi come meno rischiosi che investire nelle azioni di una o due società.

Quando si tratta di scegliere tra un fondo comune gestito attivamente e un ETF gestito passivamente, l'ETF potrebbe essere considerato meno rischioso. Questo è dovuto al fatto che un fondo gestito attivamente sceglie i suoi titoli nel tentativo di sovraperformare il mercato. Se un gestore di fondi sceglie il titolo sbagliato, potrebbe essere dannoso per il fondo.

Con i fondi comuni, il livello di rischio dipende anche dal tipo di fondo in questione. Si ritiene che un fondo azionario abbia un livello di rischio molto più alto dei fondi a reddito fisso o del mercato monetario.

Commissioni

Sia gli ETF che i fondi comuni addebitano una commissione di gestione. Tuttavia, un fondo comune gestito attivamente addebiterà commissioni di gestione più alte di un ETF (o di un fondo comune gestito passivamente). Questo è dovuto alla necessità di impiegare un gestore di fondi e un team di supporto per prendere decisioni di investimento.

I fondi comuni sono progettati per essere un investimento a lungo termine e, quindi, alcuni fondi comuni incorreranno anche in una grande penale se un investitore vende le sue azioni entro un determinato periodo di tempo.

Bisogna anche notare che, poiché gli ETF sono acquistati in borsa, tramite un brokeraggio, sono soggetti alla commissione del broker. L'importo della commissione varia a seconda del broker in questione, con alcuni broker che non applicano alcuna commissione.

Gli ETF sono anche soggetti allo spread. Lo spread è la differenza tra il prezzo di acquisto e di vendita di un'attività ed è una delle principali fonti di reddito per un broker. Il prezzo di acquisto tende ad essere più alto del prezzo di vendita, il che significa che se si dovesse comprare e poi vendere subito un ETF, si perderebbe denaro.

La dimensione dello spread dipende in gran parte da quanto è popolare l'ETF. Più è scambiato, più basso tenderà ad essere lo spread e viceversa.

Liquidità

La liquidità può essere definita come la misura della facilità con cui una posizione finanziaria può essere convertita in denaro.

La liquidità di un ETF dipende dalla possibilità di trovare una controparte sul mercato che desideri effettuare la transazione opposta alla tua. Pertanto, gli ETF popolari hanno probabilmente un'alta liquidità, il che significa che non dovrebbe esserci un problema nell'acquistare o vendere una posizione.

Tuttavia, gli ETF non popolari possono soffrire di illiquidità, perché c'è meno interesse. Questo significa che potresti avere difficoltà a trovare una controparte per la tua transazione e potresti rimanere bloccato con le azioni di un ETF più a lungo di quanto avresti voluto.

Con i fondi comuni, invece, le azioni vengono scambiate tra te e il fondo, il che significa che non hai bisogno di trovare una controparte per fare una transazione. Se vuoi entrare in un fondo, il fondo creerà nuove azioni da acquistare. Se volete uscire dal fondo, lo comunicate al fondo stesso.

I gestori di fondi comuni tendono a tenere una certa percentuale del totale degli investimenti in contanti, al fine di essere in grado di liquidare una posizione degli investitori se necessario. Questo approccio può essere problematico se troppi investitori vogliono lasciare il fondo allo stesso tempo - in quanto il fondo sarà tenuto a sciogliere alcune delle sue posizioni di investimento per liberare la liquidità.

Efficienza fiscale

Quando si tratta di efficienza fiscale tra un ETF e un fondo comune - gli ETF hanno il vantaggio. Anche se entrambi sono in effetti veicoli abbastanza efficienti dal punto di vista fiscale, in generale, gli ETF hanno il vantaggio perché ci sono meno transazioni che avvengono all'interno del fondo.

Ogni volta che un fondo vende un titolo del suo portafoglio, qualsiasi profitto è soggetto a una tassa sulle plusvalenze, che è a carico di tutti i membri del fondo. Inoltre, quando i fondi o gli ETF acquistano azioni, devono pagare un'imposta di bollo dello 0,5% sul valore delle azioni.

Poiché un fondo comune gestito attivamente tende a entrare e uscire dalle posizioni sul mercato più frequentemente di un ETF, si tende a sostenere più di queste due tasse.

Come acquistare ETF con Admirals

Con un conto Invest.MT5 di Admirals puoi investire sia in azioni che in ETF di 15 delle maggiori borse mondiali!

Per aprire un conto, segui questi passi:

  1. Registrati con Admirals
  2. Accedi al tuo conto nella Trader's Room
  3. Clicca sul pulsante 'Aprire un conto live'.

4. Compila le informazioni richieste, che includeranno i tuoi dati di contatto, il tuo codice fiscale e il numero di passaporto

5. Carica la documentazione richiesta

Una volta completata la tua domanda, questa sarà esaminata da Admirals che ti contatterà con il risultato via email. Se la tua domanda ha avuto successo, riceverai i dettagli del tuo conto via email.

Per iniziare ad investire in ETF con Admirals, dovrai fare quanto segue:

  1. Scaricare la piattaforma di trading MetaTrader 5
  2. Aprire la piattaforma di trading e premere Control + U per far apparire la finestra dei simboli, mostrata qui sotto. Individua l'ETF che desideri acquistare, quindi seleziona "Mostra simbolo" e poi "OK".

Raffigurato: Admirals MetaTrader 5 - Simboli

  1. Vai alla scheda Market Watch e trova il simbolo di trading che hai appena aggiunto, clicca con il tasto destro e seleziona 'Chart Window'.

Raffigurato: Admirals MetaTrader 5 - Vanguard FTSE 100 UCITS ETF Grafico giornaliero. Intervallo di date: 15 novembre 2018 - 31 marzo 2021. Data catturata: 31 marzo 2021. La performance passata non è necessariamente un'indicazione della performance futura.

4. Clicca con il tasto destro del mouse su un punto qualsiasi del grafico, seleziona "Trading" e "Nuovo ordine". Ti verrà presentato il riquadro mostrato di seguito, dove potrai selezionare il volume desiderato del tuo acquisto e impostare uno stop loss e un take profit.

Raffigurato: Admirals MetaTrader 5 – Nuovo ordine.

Conclusioni

Quando si tratta di scegliere tra un ETF e un fondo comune, la decisione è personale. Si spera che, dopo aver letto questo articolo, si capisca più chiaramente perché qualcuno potrebbe scegliere un ETF piuttosto che un fondo comune e viceversa.

Se stai cercando un'esperienza di trading più pratica, con commissioni potenzialmente più basse e maggiore efficienza fiscale - allora un ETF è probabilmente una buona scelta.

Investire con Admirals

Oltre alla possibilità di acquistare oltre 4.300 azioni individuali e oltre 200 ETF, gli utenti di un conto Invest.MT5 di Admirals beneficiano di:

- Accesso esclusivo al nuovissimo strumento di analisi Premium di Admirals

- Utilizzo della piattaforma di trading multi-asset numero uno al mondo, MetaTrader 5

- Apertura di un conto con un deposito minimo di solo €1

Admirals

Admirals è un broker Forex e CFD pluripremiato e regolamentato a livello globale, che offre trading su oltre 8.000 strumenti finanziari attraverso le piattaforme di trading più popolari al mondo: MetaTrader 4 e MetaTrader 5. Inizia a fare trading oggi!

Questo materiale non contiene e non deve essere interpretato come un consiglio di investimento, raccomandazioni di investimento, un'offerta o una sollecitazione per qualsiasi transazione in strumenti finanziari. Si prega di notare che tale analisi di trading non è un indicatore affidabile per qualsiasi performance attuale o futura, in quanto le circostanze possono cambiare nel tempo. Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento, si dovrebbe chiedere consiglio a consulenti finanziari indipendenti per assicurarsi di comprendere i rischi.

Roberto Rivero
Roberto Rivero Autore testi finanziari, Admirals, Londra

Roberto ha passato 11 anni a progettare sistemi di trading e decisionali per trader e gestori di fondi e altri 13 anni in S&P, lavorando con investitori professionali.