Consolidamento Dollaro USA

Marzo 22, 2021 14:07


USD

Il valore del dollaro americano ha fluttuato abbastanza significativamente la scorsa settimana, soprattutto durante la riunione della Federal Reserve statunitense, ma la valuta di riserva non ha mostrato alcuna tendenza sostenibile e l'indice è rimasto in una gamma di consolidamento. 

USD
I dati statunitensi sono stati positivi, anche se non tutto era in linea con le aspettative. Le vendite al dettaglio sono cresciute del 6,3% su base annua e il ritmo rimane uno dei più veloci dal 2012. È probabile che la crescita statistica aumenti ulteriormente nei prossimi mesi, dato che la base comparativa era molto bassa un anno fa a causa della prima ondata della pandemia e del panico. La produzione industriale a febbraio è stata inferiore del -4,3% rispetto a un anno fa, suggerendo un rallentamento della ripresa del settore, dato che la variazione annuale a gennaio era del -2,0%. Il numero di nuove richieste di lavoro rimane stabile a 0,77 milioni a settimana.

Con la firma e il lancio del programma di stimolo da 1.900 miliardi, il sentiment e le aspettative future tra i partecipanti al mercato continuano a migliorare - Goldman Sachs prevede che la crescita economica raggiungerà l'8% annuo nel quarto trimestre del 2021, il ritmo più veloce dal 1951.

Si è tenuta anche una riunione dei membri della Federal Reserve degli Stati Uniti. Ha deciso di non cambiare i tassi di interesse e di lasciare invariato il ritmo di acquisto di 120 miliardi di obbligazioni al mese. I membri sono stati più conservatori delle banche di Wall Street sulla crescita economica e si aspettano che l'economia del paese cresca del 6,5% nel 2021, ma questo metterà solo una pressione temporanea sull'inflazione che salirà al 2,4%, per poi tornare sotto il 2%.

La tendenza pandemica ha provocato un rinnovamento nella diffusione del virus in tutto il mondo, da una media settimanale di 418.000 a 462.000 al giorno. È interessante notare che la situazione negli Stati Uniti è stata in grado di resistere ai cambiamenti globali per più di una settimana, e gli Stati Uniti hanno continuato a registrare un numero decrescente di infezioni, con la media settimanale che scende da 57 a 56 mila nuovi casi al giorno. Il numero di vaccinazioni iniettate nel paese è passato da 101 milioni a 118 milioni, un cambiamento di 17 milioni, e gli Stati Uniti sono uno dei più grandi paesi a vaccinare la propria popolazione. Nel complesso, il numero di persone vaccinate con almeno una dose negli Stati Uniti è passato dal 19,9% al 23,3% della popolazione. A livello globale, il numero di persone che hanno ricevuto almeno una dose in Israele è aumentato dal 56% al 57%, negli Emirati Arabi Uniti dal 60% al 64%, in Inghilterra dal 35% al 39%, e in Lituania da quasi il 9% al 10%.

Euro
La coppia valutaria principale EUR/USD si è consolidata nella fascia tra i livelli 1,19 e 1,20. Non sono stati pubblicati molti dati economici in Europa, tra i quali un'attenzione significativa è stata attirata dall'indice europeo ZEW Economic Sentiment, che era a 74,0 punti ed è salito ai massimi di 6 mesi. La coppia EUR/USD ha chiuso la settimana con un calo del -0,4%.

JPY
La più importante coppia asiatica USD/JPY ha continuato a mantenere il suo sentiment di consolidamento e si è moderatamente ritirata dai massimi di 9 mesi. I dati economici includevano la variazione del volume delle esportazioni a febbraio, che è sceso del -4,5% su base annua, e la produzione industriale, che è stata inferiore del -5,2% rispetto a un anno fa. C'è stata anche una riunione della banca centrale del paese, che si è concentrata sulla decisione dei membri di aumentare significativamente la gamma dei rendimenti delle obbligazioni a 10 anni allo 0,25% in entrambe le direzioni dallo 0%, che è ora l'obiettivo della banca. La banca del paese regola il rendimento della curva dei rendimenti e l'obiettivo è di mantenerlo allo 0%. USD/JPY ha chiuso la settimana con un calo del -0,1%.

GBP
Anche la coppia GBP/USD si è mossa nel range tra 1.38 e 1.40 punti. Non ci sono stati dati economici rilevanti. GBP/USD ha terminato la settimana deprezzandosi del -0.4%.

Eventi economici
Questa settimana inizierà con relativa calma e lunedì verranno monitorati i dati di vendita sul mercato immobiliare secondario statunitense. Martedì saranno attesi gli indicatori del mercato del lavoro britannico e i dati sulle vendite di nuove case negli Stati Uniti. Mercoledì, l'attenzione si sposterà sui dati preliminari degli indici PMI manifatturieri e il capo della Federal Reserve statunitense consegnerà una relazione al Congresso sulla situazione economica del paese. Nessuna notizia importante è stata programmata per giovedì, e l'indice tedesco Ifo business sarà monitorato venerdì.

Secondo i dati sul sentiment del mercato di Admiral Markets, il 51% degli investitori ha posizioni lunghe nella coppia EUR/USD (in aumento di 8 punti percentuali rispetto ai dati della scorsa settimana). Nella principale coppia asiatica, USD/JPY, il 24% degli investitori ha posizioni lunghe (in aumento di 4 punti percentuali). Nella coppia GBP/USD, il 69% dei partecipanti si aspetta un aumento (+10 punti percentuali). Tali dati di mercato vengono interpretati come controindicazioni, per cui ci si aspetta che la coppia USD/JPY salga, che la coppia GBP/USD scenda e che la situazione della coppia EUR/USD sia nella zona neutrale. L'analisi dei dati di posizionamento deve essere combinata con proiezioni fondamentali e analisi tecnica.

Fonti: bloomberg.com, reuters.com, Admiral Markets MT4 Supreme Edition, investing.com

MT5 Multi Asset

INFORMAZIONI SUL MATERIALE ANALITICO:

I dati presentati forniscono informazioni aggiuntive riguardanti tutte le analisi, stime, prognosi, previsioni, revisioni di mercato, prospettive settimanali o altre valutazioni o informazioni simili (di seguito "Analisi") pubblicate sui siti web delle società di investimento Admiral Markets che operano sotto il marchio Admiral Markets (di seguito "Admiral Markets") Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento si prega di prestare molta attenzione a quanto segue:

  1. Questa è una comunicazione di marketing. Il contenuto è pubblicato solo a scopo informativo e non deve in alcun modo essere interpretato come consiglio o raccomandazione di investimento. Non è stato preparato in conformità con i requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non è soggetto ad alcun divieto di negoziazione prima della diffusione della ricerca sugli investimenti.

  2. Ogni decisione di investimento è presa da ogni cliente da solo, Admiral Markets non è responsabile per qualsiasi perdita o danno derivante da qualsiasi decisione, basata o meno sul contenuto.

  3. Al fine di proteggere gli interessi dei nostri clienti e l'obiettività dell'analisi, Admiral Markets ha stabilito procedure interne pertinenti per la prevenzione e la gestione dei conflitti di interesse.

  4. L'Analisi è preparata da un analista indipendente (Alberta Gava, di seguito "Autore") sulla base delle sue stime personali.

  5. Sebbene sia stato compiuto ogni ragionevole sforzo per assicurare che tutte le fonti del contenuto siano affidabili e che tutte le informazioni siano presentate, per quanto possibile, in modo comprensibile, tempestivo, preciso e completo, Admiral Markets non garantisce l'accuratezza o la completezza di qualsiasi informazione contenuta nell'Analisi.

  6. Qualsiasi tipo di performance passata o modellata di strumenti finanziari indicata all'interno del contenuto non deve essere interpretata come una promessa, garanzia o implicazione espressa o implicita da parte di Admiral Markets per qualsiasi performance futura. Il valore dello strumento finanziario può sia aumentare che diminuire e la conservazione del valore dell'asset non è garantita.

  7. I prodotti con leva finanziaria (inclusi i contratti per differenza) sono di natura speculativa e possono comportare perdite o profitti. Prima di iniziare a fare trading, assicurati di aver compreso appieno i rischi connessi.
Avatar-Admirals
Admirals
Una soluzione all-in-one per spendere, investire e gestire i tuoi soldi

Più di un broker, Admirals è un hub finanziario, che offre una vasta gamma di prodotti e servizi finanziari. Diamo la possibilità di affrontare la finanza personale attraverso una soluzione all-in-one per investire, spendere e gestire i soldi.