Il dollaro tocca un massimo di 2 mesi

Gennaio 18, 2021 13:37

analisi fondamentale forex

La settimana scorsa, la valuta della Federal Reserve ha finalmente guadagnato il supporto degli acquirenti e ha registrato un aumento fino al massimo di 2 mesi. La domanda di attività rischiose da parte degli investitori è diminuita alla fine della settimana, mentre gli indici azionari e il mercato obbligazionario si sono adeguati, contribuendo al sentiment positivo del dollaro.

USD

I dati economici negli Stati Uniti sono stati relativamente buoni, anche se non hanno dissipato i timori che la ripresa economica continuasse a perdere slancio. Le vendite al dettaglio sono aumentate del 2,9% a dicembre su base annua, ma sono diminuite del -1,9% rispetto a novembre e hanno deluso le aspettative del mercato. L'inflazione annua del Paese è stata dell'1,4% a dicembre e si è mantenuta stabile nell'ultimo trimestre. La produzione industriale ha continuato a recuperare gradualmente e a dicembre è stata inferiore del -3,6% rispetto a un anno fa. Il numero di nuovi disoccupati è passato da 0,79 a 0,97 milioni alla settimana.

La scorsa settimana il tasso di diffusione del coronavirus ha subito un rallentamento. La situazione negli Stati Uniti riflette le tendenze globali e la media settimanale è scesa da 246 a 228 mila casi al giorno. Il numero di persone vaccinate nel Paese è passato da 7,1 a 13,7 milioni e fa pensare a un processo di accelerazione. Negli Stati Uniti, nel complesso, il 4,2% della popolazione è già stato vaccinato. Tra le altre notizie importanti c'è la situazione nel Regno Unito, dove si sta diffondendo un ceppo mutato del virus. Il Regno Unito si è classificato al 5° posto nel mondo per numero di casi, con un leggero rallentamento medio da 60.000 a 48.000 casi al giorno. La situazione è notevolmente peggiorata anche in Spagna, dove il numero di contagi è salito da 10 a 40 mila al giorno in poche settimane e il Paese stava già registrando la terza ondata del virus. In tutto il mondo sono state iniettate circa 40 milioni di dosi di vaccino, con un aumento significativo rispetto ai 19 milioni della settimana scorsa.

Euro

La principale coppia valutaria EUR/USD riflette il trend di rafforzamento del dollaro USA ed è scesa al livello di 1.207 alla media mobile a 50 giorni sul grafico giornaliero. I dati economici provenienti dall'Europa sono stati scarsi. I volumi industriali europei a novembre sono stati inferiori dello -0,6% rispetto a un anno fa, ma si sono ripresi e sono cresciuti del 2,5% rispetto a ottobre. L'economia tedesca ha subito una contrazione del -5,0% nel 2020, influenzata sia dal calo della domanda globale che dai vincoli di quarantena economica interna dovuti all'epidemia. La coppia EUR/USD ha chiuso la settimana deprezzandosi del -1,2%.

JPY

La principale coppia asiatica, USD/JPY, ha oscillato per lo più al di sotto del livello di 104,0 e al di sotto di una media mobile a 50 giorni sul grafico giornaliero. Non sono stati pubblicati dati economici rilevanti. La coppia USD/JPY ha chiuso la settimana con un calo dello 0,1%.

GBP

Nella prima metà della settimana, la sterlina britannica ha cercato ancora una volta di superare il livello di resistenza di 1.370 contro il dollaro statunitense, ma in seguito non ha tenuto il passo con il sentiment del rafforzamento del dollaro statunitense e la coppia si è deprezzata. Tra i dati economici c'è stato un cambiamento nell'economia del paese, che ha registrato un calo del -2,6% rispetto al mese precedente. Questo è stato il primo mese negativo dopo 6 mesi positivi e probabilmente rifletteva i significativi vincoli sulla diffusione del coronavirus. I volumi di produzione industriale sono stati inferiori del -4,7% rispetto ad un anno fa. GBP/USD ha chiuso la settimana in rialzo dello 0,1%.

Eventi economici

Questa settimana inizierà con importanti dati provenienti dalla Cina, dove saranno resi noti i dati relativi alla produzione industriale, alla vendita al dettaglio e alla crescita economica. Lunedì sarà una giornata non lavorativa negli Stati Uniti e martedí saranno attesi i tassi di inflazione tedeschi e i dati dell'indice economico ZEW. Mercoledì gli investitori monitoreranno i tassi di inflazione nel Regno Unito e in Europa. I dati sulle esportazioni del Giappone e un comunicato stampa della banca centrale del paese dopo la riunione dei membri saranno attesi giovedì. Seguirà un incontro della Banca Centrale Europea e saranno attese decisioni sui tassi di interesse e ulteriori incentivi. I dati sull'inflazione del Giappone e i risultati preliminari delle principali economie produttrici di indici PMI saranno attesi venerdì. La settimana si concluderà con i dati sulle vendite al dettaglio nel Regno Unito e i risultati delle vendite a domicilio negli Stati Uniti.

Secondo i dati di Admiral Markets sul sentiment del mercato, l'80% degli investitori ha posizioni in lungo nella coppia EUR/USD (aumentata di +42 punti percentuali rispetto alla settimana scorsa). Nella principale coppia asiatica USD/JPY, il 71% degli investitori ha posizioni in lungo (in crescita di 32 punti percentuali). Nella coppia GBP/USD, il 59% dei partecipanti si aspetta un aumento (+9 punti percentuali). Tali dati di mercato sono interpretati come controindicativi, pertanto si prevede che le coppie EUR/USD, GBP/USD e USD/JPY si deprezzeranno. L'analisi dei dati di posizionamento deve essere combinata con le proiezioni fondamentali e l'analisi tecnica.

Fonti: bloomberg.com, reuters.com, Admiral Markets MT4 Supreme Edition, investing.com

inizia a fare trading

INFORMAZIONI SUI MATERIALI ANALITICI:

I dati forniti forniscono ulteriori informazioni riguardanti tutte le analisi, le stime, le previsioni, le previsioni, le revisioni di mercato, le prospettive settimanali o altre valutazioni o informazioni simili (di seguito "Analisi") pubblicate sul sito web di Admiral Markets. Prima di prendere qualsiasi decisione di investimento si prega di prestare molta attenzione a quanto segue:

1.Questa è una comunicazione di marketing. Il contenuto è pubblicato a solo scopo informativo e non deve in alcun modo essere interpretato come un consiglio o una raccomandazione di investimento. Non è stata redatta in conformità con i requisiti di legge volti a promuovere l'indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto di negoziazione prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

2.Ogni decisione di investimento è presa da ciascun cliente da solo, mentre Admiral Markets (Admiral Markets) non sarà responsabile per eventuali perdite o danni derivanti da tali decisioni, basate o meno sul contenuto.

3.Al fine di proteggere gli interessi dei nostri clienti e l'obiettività dell'Analisi, Admiral Markets ha stabilito procedure interne rilevanti per la prevenzione e la gestione dei conflitti di interesse.

4.L'Analisi è preparata da un analista indipendente Jitan Solanki, Collaboratore Freelance (di seguito "Autore") sulla base di stime personali.

5.Mentre viene fatto ogni ragionevole sforzo per assicurare che tutte le fonti del contenuto siano affidabili e che tutte le informazioni siano presentate, per quanto possibile, in modo comprensibile, tempestivo, preciso e completo, Admiral Markets non garantisce l'accuratezza o la completezza delle informazioni contenute nell'Analisi.

6.Qualsiasi tipo di performance passata o modellata degli strumenti finanziari indicati nel contenuto non deve essere interpretata come una promessa, garanzia o implicazione espressa o implicita da parte di Admiral Markets per qualsiasi performance futura. Il valore dello strumento finanziario può sia aumentare che diminuire e la conservazione del valore patrimoniale non è garantita.

7.I prodotti a leva (inclusi i contratti per differenza) sono di natura speculativa e possono comportare perdite o profitti. Prima di iniziare a fare trading, assicuratevi di comprendere appieno i rischi connessi.

 

 

Avatar-Admirals
Admirals
Una soluzione all-in-one per spendere, investire e gestire i tuoi soldi

Più di un broker, Admirals è un hub finanziario, che offre una vasta gamma di prodotti e servizi finanziari. Diamo la possibilità di affrontare la finanza personale attraverso una soluzione all-in-one per investire, spendere e gestire i soldi.